I-DAYS 2018: il racconto del giorno 4 con The Offspring e Queens Of The Stone Age

queens of the stone age concerto i-days 24 giugno 2018 milano

Queens Of The Stone Age @ I-Days 2018 – Foto di I-Days

Dopo l’esordio dell’edizione 2018 di I-Days con i fiammeggianti Killers, l’approdo sul palco grande di Eddie Vedder e i suoi Pearl Jam e Noel Gallagher con la sua squadra di musicisti al seguito, arriviamo infine all’ultima giornata del festival organizzato da Live Nation con The Offspring e Queens Of The Stone Age.
Gli statunitensi CRX – side-project di Nick Valensi degli Strokes – aprono l’ultimo giorno di I-Days all’Open Theatre dell’Area Experience dentro la Fiera di Rho, nella parte che nel 2015 ha ospitato Expo. Ellie Rowsell e i suoi Wolf Alice, dopo aver partecipato al Firenze Rocks solo pochi giorni prima, presentano anche al pubblico milanese i brani dei due album “My Love Is Cool” (2015) e “Visions Of A Life” (2017), con un’iniezione di vitalità e punk.
Alle 19.45 ecco salire sul palco gli Offspring che nonostante l’età avanzata (hanno passato il mezzo secolo) continuano a divertirsi e a far divertire il loro pubblico. Dexter Holland e il fido Noodles regalano sessanta minuti di hit che scaldano il pubblico in attesa delle Regine di Josh Homme. Con un nuovo album alle porte – l’ultimo “Days Go By” risale al 2012 – gli Offspring rimettono piede a Milano e rendono felici i presenti con brani come “The Kids Aren’t Alright”, “Self Esteem”, “Hit That” e una versione al piano di “Gone Away”. La punk band di Garden Grove è sempre lì, pronta per far saltare ed urlare il pubblico, da trent’anni a questa parte.

SCALETTA, VIDEO E FOTO DEGLI OFFSPRING

Josh Homme e i suoi Queens Of The Stone Age chiudono l’edizione 2018 di I-Days Festival e, seppur con un breve set, mandano a casa felici e contenti le migliaia e migliaia di presenti. L’inizio con “Go With The Flow” è un cazzotto in piena faccia di Mike Tyson che ti stende a terra e ti rintrona per settantacinque minuti. In scaletta tutte – ma proprio tutte – le più belle canzoni dei QOTSA come “No One Knows”, “Little Sister”, “Burn The Witch” e la sensualissima “Make It With Chu” nella quale l’ammiccante Josh ha coinvolto il pubblico adorante. Immancabile qualche brano dall’ultimo “Villains” come “The Way You Used To Do” e “The Evil Has Landed”.
“And with the next song ‘TI ROMPO IL CULO'” – Josh Homme ha presentato così l’ultima canzone in scaletta, “A Song For The Dead”, che ha fatto tornare l’udito ai sordi. E dopo aver offerto una bottiglia di vodka (o qualche altro alcolico incolore) al pubblico, ha chiuso l’edizione 2018 dell’I-Days Festival nella nuova Area Experience di Rho, Milano.

SCALETTA, VIDEO E FOTO DEI QUEENS OF THE STONE AGE

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.