Canzoni, le migliori uscite della settimana (9 dicembre)

Eccoci a un nuovo appuntamento con le canzoni della settimana, uno degli ultimi del 2022. Dal rock dei Weezer ai graditi ritorni di Fedez, Paola Turci ed Elodie (prima di Sanremo) fino ai nuovi singoli di Aka 7even, Tedua, Comete per una grance scorpacciata di canzoni da ascoltare e riascoltare!

Weezer -“I Want A Dog”

“I Want A Dog” è il nuovo brano dei Weezer che anticipa il nuovo EP “SZNZ: Winter” in uscita il 21 dicembre.

Ladytron “Faces”

Ladytron

Dopo i precedenti “City Of Angels” e “Misery Remember Me”, Ladytron presentano “Faces”, il terzo singolo tratto da “Time’s Arrow”, il settimo album dell’iconica band synth-pop in arrivo il 20 gennaio, il primo per Cooking Vinyl. Su un echeggiante paesaggio sonoro da discoteca, “Faces” – il cui titolo è tratto dall’omonimo film di Cassavetes – evoca un desiderio agrodolce e una fuga euforica, con un’ampia produzione di synth che rievocano la diva Amanda Lear. 

Boomdabash e Eiffel 65 – “Heaven”

Boomdabash Eiffel 65 "Heaven"

Tra le canzoni da inserire nella vostra playlist c’è “Heaven” dei Boomdabash feat. Eiffel 65. Per la prima volta la band salentina si cimenta con la musica dance per rielaborare un classico da discoteca.

Fedez – “Crisi Di Stato”

Fedez

Tra le canzoni da ascoltare c’è sicuramente “Crisi Di Stato”, il ritorno di Fedez a un anno di distanza dal disco “Disumano” e a poche settimane da “Viola” feat. Salmo. Un rave hyperpop con una cassa dritta, dalla dolcezza alla frenesia. Prodotto da Simonetta, “Crisi Di Stato” ci mostra un’altra sfumatura di Fedez uomo e artista.

Elodie – “Ok. Respira”

Elodie "Ok. Respira" singolo copertina

“Ok. Respira” di Elodie celebra l’indipendenza personale e l’amore per se stessi, sottolineando l’importanza di valorizzarsi. “Ok. Respira”, pronunciato come un mantra, un’esortazione a fermarsi per concedersi il proprio tempo, è scritto da Federica Abbate, Jacopo Ettorre, Joan Thiele con la stessa Elodie e il team Itaca che lo ha anche prodotto.

Paola Turci – “Caramella”

Paola Turci "Caramella"

Tra le canzoni imperdibili il ritorno di Paola Turci con “Caramella” prodotto da Diego Calvetti, che anticipa il prossimo progetto discografico, a tre anni dal suo ultimo album “Viva da morire”. Colorato di ironia e adatto a tracciare il nuovo percorso di Paola Turci, “Caramella” è permeato di realismo, evidenziandone dicotomie e contraddizioni. Nel brano, scritto da Paola Turci, Giuseppe Anastasi e Diego Calvetti – che ne firma anche la produzione – si fondono nuove sonorità e forme di scrittura contemporanee che presentano una Paola cantautrice del tutto innovativa e mai vista prima.

Aka7even – “Non Piove Più”

Aka7even "Non piove più"

Una delle canzoni d’amore della settimana ce la regala “Aka 7even” con “Non Piove Più”. Il brano è nato dopo un periodo di crescita, di maturità artistica e personale e per celebrarlo l’artista è ripartito da sé e da casa sua: Napoli. “Sono passati quasi 5 mesi dall’uscita di Toca. In questi mesi mi sono preso forse per la prima volta del tempo per me stesso, mi sono allenato, ho viaggiato tra l’Italia e il Brasile, ho incontrato tante persone e ho assorbito tante cose. Per scrivere nuova musica penso sia fondamentale compiere esperienze di vita, osservare e soprattutto ascoltarsi”.

Tedua – “Lo Fi For U”

Tra le canzoni più attese troviamo “Lo-fi For U“, il ritorno di Tedua, prodotto da Shune e primo brano dell’artista dopo un silenzio durato più di un anno dall’ultimo EP rilasciato, è il quarto episodio della serie “Lo-fi” iniziata nel 2020 in “Vita Vera Mixtape”, “Vita Vera Mixtape: Aspettando La Divina Commedia” e proseguita nel 2021 in “Don’t Panic”. La canzone è un omaggio agli artisti, e amici, conosciuti agli inizi di carriera e con i quali Tedua ha condiviso la strada verso il successo, uniti dalla fame di musica, con il desiderio di prendersi il proprio spazio nella scena, cambiandone le regole e diventando a tutti gli effetti la “classe 2016”: Charlie Charles, Sfera Ebbasta, Ghali, Izi, Rkomi, Chris Nolan. 

Comete – “Salta L’Intro”

Comete - Foto di dopoesco
Comete – Foto di dopoesco

Comete torna con “Salta l’intro”, il suo nuovo singolo, prodotto da Marta Venturini e Massimo Sciannamea. “Quante volte vogliamo fare quello che poi non abbiamo il coraggio di fare? Salta l’intro parla di una notte e di un invito a lasciarsi andare, scrivere quel messaggio, partire e andare, quel bisogno di vivere senza farsi ingannare dalle paure. ‘Senza pensarci troppo fare tutto quel che penso’, viviamo in un mondo pieno di pensieri, strategie e pianificazioni che ci fanno sentire al sicuro, ma in amore distruggono qualsiasi emozione. Se si potesse saltare l’intro come in una qualsiasi serie Netflix forse si arriverebbe prima al cuore delle cose, ‘senza doversi niente poi volersi dare tutto, senza girarci intorno”.

Mambolosco – “Bandito”

Mambolosco

Tra le canzoni da non perdere questa settimana c’è “Bandito” di Mambolosco. Un brano che parla di relazioni e di compromessi, in cui il rapper si sofferma su quell’affiatamento che va oltre i punti di vista differenti e al di là delle aspettative che, all’interno di una coppia, una persona nutre nei confronti dell’altra. Prodotto da Nardi e Finesse.

Nane’ – “Strade”

NANE' "Strade"

“Strade” è il nuovo singolo di Nane’, curato dal produttore multiplatino Big Fish. Un brano nostalgico dalle sonorità pop ed elettroniche che racconta di una storia d’amore finita e del ricordo incancellabile che rimane dentro ognuno di noi quando il legame si spezza. L’artista si sofferma sull’impossibilità a dissimulare, sul non riuscire a far finta che non sia successo niente e sulla forte paura dell’incappare nei ricordi, mostrando le sue vulnerabilità con sincerità e senza maschere.

C+C=Maxigross – “Io Me Ne Sto Fermo Ad Aspettare”

C+C=Maxigross – "Io me ne sto fermo ad aspettare"

“Io me ne sto fermo ad aspettare” è il nuovo singolo dei C+C=Maxigross, secondo singolo estratto, dopo “Ooh, and it makes me wonder”, dal nuovo album in uscita a gennaio 2023. “Io me ne sto fermo ad ascoltare è una canzone dedicata agli spiriti della notte partiti per lande lontane riconciliati con la loro essenza più pura, cosmica natura, fiancheggiano alberi e bestie selvagge, si mostrano a chi è aperto all’ascolto dell’immateriale e innaturale senza paura dell’iniquo astrale”

Colla Zio – “Asfalto”

Colla Zio "Asfalto"

I Colla Zio sono tornati con “Asfalto”, tra le canzoni finaliste di Sanremo Giovani. Una danza liberatoria: cantare e ballare come un modo possibile per affrontare la vita, per celebrare quello che si ha, per attraversare i problemi, senza volerli spegnere, ma anzi accendendoli. La musica come unica via, come mezzo attraverso il quale esprimere la propria visione del mondo: è questo l’assioma della Colla, un invito a rimanere sempre in movimento, ma coi piedi ben piantati a terra.

Peppe Soks – “Nu Vase E Po Basta”

PEPPE SOKS - "NU VASE E PO BASTA"

Dopo il feat. con Yung Snapp e MV Killa in “Blow”, Peppe Soks è tornato con “Nu Vase E Po Basta”. Il nuovo brano torna a mostrarci la vena romantica del rapper di Salerno, che continua il suo percorso attraverso sound, vibes e temi più vari. Questa volta rime e parti cantate si uniscono su beat e sonorità internazionali, con la produzione firmata da Nathys. 

Romeo & Drill – “Giorno Di Scuola”

Romeo & Drill

“Giorno Di Scuola” è il nuovo singolo di Romeo & Drill, tra le canzoni in finale a Sanremo Giovani: il duo si contenderà uno dei 6 posti tra i Big di Sanremo 2023. Il brano è dedicato a un amore luminoso e scanzonato come il primo giorno di scuola: “Sensazioni positive si mescolano con i ricordi che lasci dentro i bagagli, nuovi fiori crescono non solo sugli alberi, non solo sulle piante ma anche sul cemento. Quest’ultimo non è un cemento caldo e arido, ma un cemento colorato col suo interno ricco di semi, pronti a diventare enormi pini, salici e rose. Giorno di Scuola è rinascita, è ricominciare, è vederti bella oggi paragonandoti all’alba, ma ricordandoti che tra qualche ora sarai bella come il tramonto”.

The Doormen – “Glass Factory”

The Doormen

“Glass Factory” è il nuovo singolo della band ravennate The Doormen, nome dietro al quale si celano i due musicisti Vincenzo Baruzzi e Luca Malatesta. Dalle sonorità anni ’80 in bilico tra la new wave e il post punk, la canzone anticipa il quinto disco in studio previsto nel 2023. “Glass Factory” accompagna l’ascoltatore nella forte tensione emotiva di un amore non corrisposto: “Plasmare e adattarsi al cambio delle dinamiche, sia personali che quelle altrui, è forse il segreto per sopravvivere e godere di ciò che ci piace fare, la nostra musica, portandola avanti nella maniera più pura e sincera. Le nostre orecchie sono lo “strumento” che assapora e gusta il risultato di un pensiero elaborato e trasformato – in seguito – in una produzione che ci guida nella parte più recondita del nostro subconscio, sino a esplorare i sentimenti in tutte le loro forme e fragilità”.

1789 – “Alderaan”

1789 band

“Alderaan” è il nuovo singolo dei 1789 che anticipa l’uscita del nuovo album, prevista per l’11 gennaio.
Il duo composto da Gianluca Danaro e Domenico Migliaccio è tornato con un brano in cui le melodie della voce, le citazioni di Han Solo, Oxenfree e gli intrecci di synth si poggiano sul muro di suono generato dalle chitarre distorte, dalla batteria e dal basso suonato da Roberta Sammarelli dei Verdena.

UNO – “Se Solo Fossi Di Più”

UNO - Se solo fossi di più

“Se Solo Fossi Di Più” è il nuovo brano del cantante italo-egiziano Uno. Parla di una relazione disfunzionale nella quale, a causa dell’insicurezza e della mancanza di autostima, ci si sente immobilizzati come delle “statue che il tempo coprirà con altra polvere”, arrivando perfino a provare sensi di colpa o a respingere l’amore del proprio partner.

Fedi e Rewind – “Blu”

Fedi e Rewind - Blu

“Blu” è il primo singolo in italiano del duo Fedi e Rewind che parla di come si può riuscire a voltare pagina dopo un brutto periodo e una relazione malsana, se si incontra la persona giusta. “Nella nostre storie precedenti dipingevamo metaforicamente la nostre stanze di blu: ci lamentavamo di come tutto andasse storto, tutto era un gran caos e ci domandavamo se tutto avesse un senso. La notte ci ossessionavamo su cosa sarebbe successo se avessimo perso la nostra metà, senza motivo, da un momento all’altro. Blu parla di questo, del colore e della tristezza di cui dipingevamo tutta la nostra stanza e la nostra vita per colpa di un amore malsano.”

Neverbh – “Lontani Forever”

Neverbh - "Lontani Forever"

“Lontani Forever” di Neverbh parla di quella persona speciale che abbiamo tutti: quella che perdiamo durante l’inverno e ritroviamo l’estate, come se la forza che ci unisse dipendesse dal meteo e volesse un calore forte per poter continuare a esistere. L’amore è quasi una droga in certi casi. Ci rende dipendenti e quando sparisce ci stringe forte al ricordo e all’astinenza. E a volte vorremmo solo dargli delle good vibes, a questo amore; dimenticarci del male che fa e abbandonarci alle sensazioni speciali che ci sa lasciare. Un po’ come se fossimo sempre vicini, ma al tempo stesso lontani, per sempre.

Ilaria Argiolas – “Io er core ce l’ho a destra”

“Io er core ce l’ho a destra” è il secondo singolo che anticipa l’uscita dell’album di debutto “M’hanno chiamato Ilaria” di Ilaria Argiolas, giovane artista emergente romana già vincitrice del premio Lunezia per la sezione Nuove Proposte. “‘Io er core ce l’ho a destra” per questo ‘M’hanno chiamato Ilaria’! È tutto un gioco di parole e di immagini tra le righe, ma a stringere il succo o il sugo questo pezzo sono solo io, nuda cruda e forse anche un po’ scorretta! Non è mai semplice parlare della propria umanità quasi come fosse la propria fragilità ma ho scoperto che ad essere onesti con la propria anima e VIVENDOLA QUESTA VITA il tutto diventa inaspettatamente quasi divertente”. 

Mariano Casulli – “Sospesi, In Bilico”

“Sospesi, in bilico” è il nuovo brano del cantautore pugliese Mariano Casulli. Il brano, prodotto da Molla, è espressione di un cantautorato classico, educato, che si interroga elegantemente sul futuro. “Sospesi, in bilico è un brano che racconta il mood dei nostri tempi: una situazione di stasi, l’insicurezza del futuro che si alterna alla sospensione del presente. Chi l’ascolta viene proiettato in un sentimento di attesa, dove le figure retoriche narrano una fuga da una situazione problematica senza la possibilità di una alternativa: dunque, il benessere e malessere provocato dal sentirsi in bilico”.

Wasabi – “Cenere”

Wasabi

“Cenere” è il secondo singolo del power trio tutto al femminile romano Wasabi che anticipa l’EP d’esordio di prossima pubblicazione. Dopo il precedente “Verde” protagonista è il colore nero e i suoni elettronici evaporano in un’atmosfera cupa e onirica. “Cenere è l’insieme dei granelli in cui la nostra anima si perde quando si vivono momenti profondamente bui, in cui tutto si tinge di nero, i contorni del mondo si confondono e mettiamo in dubbio persino noi stessi. Ciò che ci fa star male, tutti i pensieri peggiori che possiamo avere, diventano l’unica cosa in cui crediamo. Cenere rappresenta un grido a non aver paura di vivere quei periodi in cui non si ha la forza di combattere, in cui ci si sente inermi, bensì ad abbracciarli e accettarli in quanto parte di noi e dell’esistenza umana”

Edoardo Nocco – “Felicità Fatti Da Parte”

Edoardo Nocco

“Felicità Fatti Da Parte” è il nuovo brano di Edoardo Nocco che anticipa il nuovo disco “Caratteri Difficili” fuori il 16 dicembre. Il cantautore ligure nel nuovo lavoro mette tutto il proprio vissuto, tra le speranze e le riflessioni che hanno caratterizzato questi ultimi anni. Predominano al suo interno due atmosfere che rispecchiano anche il modo di essere del cantautore: da un lato una più serena, spensierata; dall’altro una più malinconica, nostalgica, riflessiva. “Mi piace pensare a questo disco come un piccolo contenitore che raccoglie dei pensieri, delle esperienze, degli stati emotivi che vengono racchiusi in delle canzoni”.

Francesca Miola – “Non So Più L’Amore”

Francesca Miola "Non so piu l'amore"

“Non so più l’amore” è il nuovo singolo della cantautrice Francesca Miola, finalista della XIII edizione di NY CANTA, contest che seleziona il meglio della nuova musica italiana e si svolge annualmente a New York. Il brano è scritto dalla stessa Francesca Miola con Marco Rettani, anticipa anche il primo disco dell’artista, che prevede grandi e importanti collaborazioni. “È un brano che parla dell’inquietudine nell’amore di oggi, che viene logorato dalla noia quotidiana. L’amore è la salvezza dalla tristezza dei nostri tempi, l’ancora a cui aggrapparsi quando tutto diventa confuso nella frenesia del nostro tempo. I riferimenti nel mondo contemporaneo sono ormai svaniti e anche l’amore diventa difficile da comprendere e riconoscere”.

DOC – “Effetto Placebo”

DOC "Effetto placebo"

Tra le canzoni della settimana segnaliamo “Effetto Placebo” del cantautore veronese DOC. Il brano è stato scritto dallo stesso DOC con Marco Rettani, Pasquale Maria Ronzo e Stefano Pettini e composto dall’artista con Stefano Pettini e Nicolò Arduini. “Il sentimento tra due persone è come una pillola: se viene somministrato con la giusta dose crea un effetto placebo, convincendole che sia la giusta cura”.

Ludwig – “Ogni Volta Che Ti Penso”

Ludwig - "Ogni volta che ti penso"

Ludwig è tornato con il brano “Ogni volta che ti penso”, prodotto da Danusk e scritto da Ludovico Franchitti, Daniele Autore, Matteo Schiavo e Francesco Megha: una cristallina dichiarazione d’amore e d’intenti. Un brano uptempo dalle sonorità pop-rock del passato, ma arrangiate in chiave moderna. Rispetto alle canzoni precedenti, infatti, Ludwig per la prima volta predilige le ritmiche del mondo pop-rock, dove la chitarra fa da protagonista.

Sklero feat. Rico Mendossa – “Fratelli”

Sklero e Rico Mendossa

Tra le canzoni rap/hip hop della settimana segnaliamo “Fratelli”, nuovo singolo del rapper piemontese Sklero feat. Rico Mendossa e la produzione musicale di Diemme. “Fratelli” arriva dopo la recente pubblicazione di “Un uomo” (brano con il featuring Vacca) e quella precedente di “Prolifico”. Il brano racconta i rapporti di fratellanza, e in particolare si sofferma su quelli nati tra chi è cresciuto in situazioni non proprio agiate. Il testo dei due rapper vuole essere un inno di rivalsa per chi non si arrende e continua a reagire agli ostacoli senza abbandonare mai gli amici fraterni, tenendo sempre alta la speranza di un domani migliore.

Leonardo Fontanot – “In Attesa Di Me”

Leonardo Fontanot
Leonardo Fontanot

“In attesa di me” è il nuovo singolo del cantautore Leonardo Fontanot. Nel testo, il cantautore classe 1995 scava nella propria personalità e, in particolare, riflette sul proprio agire quotidiano. Così l’artista racconta come è nato questo brano introspettivo e intimo: “Quello che cerco in me, come credo facciano tutti, è il raggiungimento della serenità personale. Quando ho scritto questa canzone, stavo indagando sul motivo di certi miei comportamenti e sul modo con cui questi si legano alle mie esperienze passate, perché probabilmente è lì che si deve intervenire. Le riflessioni che ho fatto sono diventate parte integrante del brano”.

Piove. – “Futuro HD”

FuturoHD Punto.

“Futuro HD” è il terzo singolo di Piove., l’artista avant-pop “metaversale”(*), fluida e ibrida che mischia Futuro, Anime, Digital 3D Art, Elettronica Industrial e Hip Hop. Il brano anticipa il primo album “Miracolo”.

Crazy Polo – “Avidi”

Crazy Polo_foto stampa

“Avidi” è il nuovo brano di Crazy Polo, il primo per Canova Rec, prodotto da Mana e scritto dallo stesso artista con Vincenzo Colella. “È un brano che ho scritto per riflettere su una delle tante debolezze dell’uomo: l’amore morboso per il denaro e la sua ostentazione. In un altro passaggio del testo prendo di mira il giudizio altrui, che spesso uccide l’individualità dei ragazzi, ma è in chiusura che troviamo l’interrogativo che riassume bene il senso di tutto: ‘dimmi che faremo quando il denaro sarà ciò che saremo’.”

Le Villette – “Alla Fine Siamo Tutti Amici”

Le Villette

“Alla Fine Siamo Tutti Amici” è il nuovo singolo del cantautore Le Villette, nome d’arte di Fabio Urgesi, prodotto da Ombre Cinesi (Donato Maiuri) e Saverio Tomai. Le Villette è principalmente un cantautore indie/pop, che in questo brano ha avuto modo di sperimentare delle sonorità dark synth, con un testo introspettivo sulla parola amicizia.

Cicco Sanchez – “Dolores”

Tra le canzoni della settimana non può mancare nei vostri ascolti “Dolores”, nuovo brano di Cicco Sanchez. “Ho scritto questa canzone su un semplice giro di chitarra, solo nel mio studio. Con Freeso, Celona e altri musicisti abbiamo cucito l’abito di ‘Dolores’ cercando di mantenere l’intimità delle liriche anche nel sound. Per la copertina di Dolores ho voluto fare qualcosa di diverso e abbiamo deciso di realizzarla facendo ‘ascoltare’ la canzone a un AI (intelligenza artificiale) che ha generato la fotografia”.

Paulo – “Ti Odio (Mi Amor)”

Paulo "Ti Odio (Mi Amor)"

In “Ti Odio (Mi Amor)” i sentimenti sono ancora i protagonisti delle canzoni di Paulo e sfociano in un’esplosione di emozioni. Paulo esprime un sentimento universale che tutti noi abbiamo provato almeno una volta nella vita, il pensiero della persona che abbiamo amato è ancora forte e presente ma sopraggiungono note negative.

Sethu – “Sottoterra”

Sethu "Sottoterra"

“Sottoterra” di Sethu è tra le canzoni finaliste di Sanremo Giovani. Prodotta dall’inseparabile fratello gemello Jiz, il brano è un’atipica dichiarazione d’amore in cui Sethu dichiara la sua dipendenza verso un amore che gli regala “un’ora d’aria” in un mondo che lo fa sentire, appunto, sottoterra. “È una dichiarazione d’amore un po’ atipica: mi piace scrivere utilizzando immagini forti che richiamino al mio immaginario dark e che creino contrasto. Ho voluto farlo anche in questo pezzo che è un brano che parla d’amore e della sua amarezza, di quando trovi una persona che ti fa stare così bene che crea un’ora d’aria in cui respirare in questo mondo così complicato e difficile”.

Mez – “Cruditè”

Mez "Cruditè"

“Cruditè” è il nuovo brano di Mez, scritto da Mattia Aldrovandi (vero nome di Mez) e Marco Villa (vero nome di Gransta MSV). Un uptempo sensuale che strizza l’occhio alle canzoni Hip Hop con influenze UK Garage, ed è caratterizzato da un testo che racconta, più o meno esplicitamente, un momento di grande intimità. “È un testo in apparenza solamente descrittivo circa un momento di passione, di amore e di intimità. Dietro frasi come “Quanto volte sono stato a due passi da ma sai che mi manchi” “Siamo rimasti in superficie mentre tutto affonda”, c’è un malessere decisamente autobiografico, che proprio scrivendo questa canzone sono riuscito a metabolizzare una volta per tutte”.

K-ANT – “Pulsar”

K-ANT "Pulsar" copertina

“Pulsar” è il nuovo singolo di K-ANT che anticipa il nuovo album di prossima uscita. Il brano ha richiami reggae e dub che si intrecciano con una linea di basso marcata, carico di tensioni quasi jazz e nu-soul che si mescolano a tappeti di tastiere e campionamenti elettronici. “Riaprire ciclicamente una porta che si era chiusa, così come quando si ripudia un amore ma si continua ad alimentarlo e si comincia a ruotare sulle stesse convinzioni anche se opposte. come una pulsar, una stella esplosa, le sue regioni interne collassano eppure ruota velocissima senza mai rompersi”

Elettrogruppogeno – “Tutti Rockstar”

Elettrogruppogeno

La nerd band fiorentina Elettrogruppogeno ci presenta il suo nuovo singolo “Tutti rockstar” nato da un ipotetico incontro a tema “multiverso” fra Rino Gaetano e i Green Day. “Sotto una velata patina di ironia abbiamo provato a umanizzare i nostri idoli e a rendere speciale ognuno di noi, per ricordarci che il successo, nella vita, non è così tanto importante”, spiega il leader dell’Elettrogruppogeno, Andrefuoco. “Mi rivolgo a te, lettore: se esistono infinite copie del nostro universo, allora stai tranquillo, in almeno uno di essi sei diventato una rockstar. E va benissimo così”.

Venere – “Desideri”

Chiudiamo l’articolo dedicato alle migliori canzoni della settimana con “Desideri” di Venere. Nel brano si intrecciano diverse emozioni tra loro, da quella della libertà a quella della passione, da quella dei sogni a quella del sentimento, ricamando un singolo unico nel suo genere. “Penso che il Sound Rnb sia la chiave di lettura del brano. L’ispirazione per “Desideri” infatti è nata da un live di Alicia Keys di If I Ain’t Got You, iTunes Festival, London 2012. Il brano si colloca come genere Rnb contemporaneo e alterna la dolcezza del volersi “lasciarsi andare” ad un atmosfera onirica ed eterea. E’ una canzone d’intimità profonda, parla dell’amore che si impiglia tra le lenzuola del letto, un brano dove tutti i sensi, tatto, gusto, olfatto e vista vengono percepiti all’ennesima potenza. Niente barriere, niente filtri, solo fantasie. Desideri ha preso vita nel 2020, da un giro di chitarra nato da un incontro con Matteo Alieno, immersi nell’influenza e nella contaminazione musicale che si respira all’interno del T-recs studio di Tony Pujia”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.