Damon Albarn, ascolta il nuovo disco “The Nearer The Fountain, More Pure The Stream Flows”

Anticipato da “Royal Morning Blue”, “Particles”, “Polaris” e dalla title track, finalmente ecco “The Nearer The Fountain, More Pure The Stream Flows”, nuovo album solista di Damon Albarn, a distanza di sette anni dal precedente “Everyday Robots”.

Mentre la sua carriera con i Gorillaz non si è fermata negli ultimi anni – con “Humanz” (2017), “The Now Now” (2018), “Strange Timez” (2020) e l’EP “Meanwhile” (2020) – e ha addirittura pubblicato il secondo e definitivo disco del progetto The Good, The Bad And The Queen, “Merrie Land”, Damon Albarn non si è fermato e ha deciso in questo nuovo lavoro di esplorare la fragilità, la perdita, la nascita e la rinascita in un disco il cui titolo si ispira a “Love And Memory” di John Clare.

Damon Albarn - Foto di Linda Brownlee
Damon Albarn – Foto di Linda Brownlee

Inizialmente pensato come un lavoro orchestrale ispirato dai paesaggi islandesi, il leader dei Blur ha affermato di aver <<attraversato un momento buio mentre scrivevo questo disco, però mi ha portato a credere che può ancora esistere una sorgente pura>>. Intanto lo aspettiamo con i Gorillaz all’Arena di Verona nel 2022.

Ascolta “The Nearer The Fountain, More Pure The Stream Flows” di Damon Albarn.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.