Tom Morello, il saluto a Keith Flint: “Era un frontman elettrico e potente”

Tom morello saluta Keith Flint su Instagram e ricorda un aneddoto della prima volta che lo ha conosciuto al Pinkpop

Lunedì 4 marzo è venuto a mancare il 49enne frontman dei prodigy Keith Flint, si è suicidato nella sua villa. Sono stati innumerevoli gli omaggi del mondo della musica, a partire dai compagni di band Liam Howlett e Maxim Reality, fino ai Chemical Brothers e moltissimi altri. Nello stesso giorno è venuto a mancare anche Luke Perry, compianto attore di Beverly Hills 90210 e Riverdale.

KEITH FLINT E LUKE PERRY, LE DUE FACCE DEGLI ANNI ’90

Tra i tanti amici del cantante inglese c’è Tom Morello che lo ricorda in un post Instagram.

“Riposa in pace Keith Flint. Ricordo di aver incontrato Keith in tour in Australia. Non sapevo che fosse in una band, ma era un bravo ragazzo. Pensavo fosse un roadie australiano. Più tardi quell’anno l’ho incontrato nel backstage del Pinkpop e ho detto “Hey! È bello vederti! Per chi lavori?”, ha detto “Sono in una band, sono qui per suonare”, ho detto “oh, che bello, come è stato il tuo show?”, ha detto “Suoniamo dopo i Rage. Stiamo facendo da headliner a questo festival”. Oh bè li guarderò! Una delle poche band della storia a dare un calcio in culo ai Rage Against The Machine dal vivo. Erano incredibili e Keith era un frontman elettrico, potente, avvincente e pericoloso. Sono stato molto influenzato da loro e continuo ad esserlo. Ho avuto il grande piacere di incontrare ancora Keith la scorsa estate e mi sono ricordato quanto fosse un bravo ragazzo e di talento. Riposa bene, Firestarter. (Il suicidio può essere prevenuto, puoi ottenere aiuto: vai su save.org)”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.