Spring Attitude, giorno 3: ritorno al futuro

Mavi Phoenix ha presentato per la prima volta a Roma le canzoni del suo nuovo "Young Prophet II"

SPRING ATTITUDE – COS’È SUCCESSO IL GIORNO 1

Spring Attitude giunge al suo atto finale tra le mura dell’Ex Dogana dopo un’apertura a braccetto con Romaeuropa Festival e Digitalive e un venerdì all’insegna della musica italiana.

Il dj e produttore Bruno Belissimo inaugura l’Italian Attitude Stage con il suo mix di elettronica, new wave e italo-disco che scalda la serata e dissolve le nubi sopra il cielo della Capitale mentre in contemporanea la star del new hip pop Mavi Phoenix chiama a raccolta il pubblico nella sala main. Sul SA Stage si consuma il primo a Roma della cantante austriaca, un anno dopo il debutto dal vivo a Milano, che snocciola uno dietro l’altro tutti i brani del nuovo EP “Young Prophet II” come “Prime” e “Yellow” dando particolare risalto alle canzoni dell’EP del 2017 come “Janet Jackson” (“ora vi presento una canzone che si chiama Janet Jackson, non è ispirata alla cantante, forse solo un po’”) e “Aventura” (“non conosco quasi una parola d’italiano ma posso parlarvi in spagnolo, al liceo sono stata rimandata in spagnolo ma qualche parola ancora me la ricordo”).

Casino Royale tornano a Roma per Spring Attitude Festival a Ex Dogana sabato 6 ottobre

SPRING ATTITUDE – COS’È SUCCESSO IL GIORNO 2

Sempre alla scoperta dell’Europa urbana tornano a Roma dopo molti anni di assenza i Casino Royale, ripartiti ancora una volta da quella forza motrice che è Alioscia ‘BBDai’ Bisceglia. La band alternative/dub risorge a nuova vita dopo la riedizione per i 20 anni dell’album del 1997 “CRX” e vuole riappropriarsi della dimensione più consona al gruppo milanese, i live. Tra fasci di luce e attitudini punk i Casino Royale fanno capolino nell’hangar romano per circa 70 minuti, piccolo anticipo di un tour che avverrà (speriamo) nel 2019 con anche un nuovo album di inediti, il primo da “Io e La Mia Ombra” del 2011.

Milano sushi e coca. Myss Keta is in da house. Curiosità a mille per la Miss più acida e sexy dell’elettronica italiana che incita a gran voce il pubblico romano (“Roma per me è una seconda casa”) a seguirla nelle sue gesta erotiche musicali. Nella sala 270° Experience Max Cooper accende la sua macchina di techno e minimal house con visual che spaziano dal bianco al nero fino a vinili dorati mentre sul palco italiano si consuma il viaggio tra sesso (“Una Donna Che Conta”), velleità (“Botox”) e racconti estremi (“Le Faremo Sapere”) della Myss più trash del music entertainment che racconta “Una Vita In Capslock”, diverte ed entusiasma il pubblico che, assiepato nella sala, cerca di scoprire il suo viso sotto la velina.

Ritorno al futuro per la IX edizione di Spring Attitude che incontra nuove sonorità tra elettronica, pop e hip hop e graditi ritorni sul palco. Ci vediamo nel 2019 con la decima edizione.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.