X Factor 11, il terzo live: eliminati Sem&Stenn, ospiti Harry Styles e Michele Bravi

se&stenn

Se la prima volta poteva essere un caso e la seconda già un indizio, ora dopo il terzo live ne abbiamo la prova: la battaglia di X Factor quest’anno si gioca prevalentemente sul tavolo dei giudici più che sul palco, con le varie performance che sembrano più un contorno alle beghe fra i quattro capi squadra che non il vero succo dell’edizione 2017 del talent: a finire nel mirino, non tanto le esibizioni quanto le assegnazioni dei pezzi o gli arrangiamenti, alla ricerca della stilettata da recapitare al giudice di turno.

Camille Cabaltera – Foto X Factor Italia

Per la terza puntata il tema scelto dagli autori sono le canzoni del nuovo millennio, con Fedez, Levante, Agnelli e Maionchi costretti a pescare negli anni dal 2000 a oggi. A uscire a fine serata Sem&Stenn – peraltro davvero convincenti con la loro Electric feel degli MGMT accompagnata da una performance decisamente spinta – dopo il ballottaggio con i Ros (Supermassive black hole il pezzo scelto per loro da Agnelli).

Angelo Radice – X Factor Italia

Fra le esibizioni più convincenti, sicuramente quella di Camille Cabaltera sulle note di Royals di Lorde, cui il giovane talento di Levante ha dato il suo tocco aggiungendoci qualche barra di rap. Ancora pura adrenalina arriva dai Måneskin,con il frontman Damiano sempre più a suo agio sul palco malgrado le carenze a livello tecnico: la loro rilettura di Somebody told me dei Killers, ad ogni modo, è la solita bomba che manda in visibilio l’X Factor Arena, costringendo persino un battagliero Fedez ad ammettere che quanto appena visto è stato “tre spanne sopra al resto”. Bene anche Angelo Radice (I need a dollar) e, forse per la prima volta, Gabriele Esposito (Growing up).

I Måneskin – foto X Factor Italia

Meno brillante del solito invece Lorenzo Licitra e la sua Sere nere, così come Samuel Storm (Rich kids di Frank Ocean) mentre per la prima volta Rita Bellanza è parsa in difficoltà alle prese con LP e la sua Lost on you. Enrico Niggiotti senza infamia e senza lode su Il mio nemico: quanto basta per salvarsi dal ballottaggio e mantenere ancora intatta la squadra di Mara Maionchi, ieri sera ancora assoluta star dello show fra trash talking e salaci botta e risposta ora con Fedez ora con Agnelli.

Michele Bravi è stato il primo degli ospiti della serata a esibirsi: le delicate note di Mad world nella versione di Gary Jules hanno scandito il suo ingresso sul palco, quindi l’esecuzione di un paio di suoi brani: Il diario degli errori e Tanto per cominciare di cui esce oggi il videoclip. Tanta attesa anche per Harry Styles: l’ex One Direction, accolto da un boato, ha cantato la sua mega hit Sign  of the times e ha dato appuntamento a tutti i suoi fan per la serata di stasera e per il concerto all’Alcatraz di Milano.

Giovedì prossimo altra puntata e altra eliminazione. E una domanda che sorge spontanea: i giudici saranno ancora al centro della scena o proveranno a stupirci con effetti speciali e lasceranno finalmente spazio allo scontro fra i loro talenti? Non resta che aspettare pazientemente sette giorni..

harry-styles-x-factor-italia-2018-foto.jpg

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.