X Factor 11, il primo Live

x-factor-11-giudici-primo-live-foto

Audizioni, bootcamp, home visit. E ora, finalmente, i live show. È cominciata ufficialmente l’avventura dei 12 protagonisti della corsa alla vittoria finale dell’edizione numero 11 di X-Factor.

Al timone della trasmissione, il confermatissimo Ale Cattelan; al  tavolo dei giudici c’era curiosità per il debutto live di Levante – buono il suo impatto, azzeccate le assegnazioni delle canzoni alle proprie ragazze – e per il grande ritorno di Mara Maionchi. E proprio la Mara Nazionale è stata la vera mvp della serata: schietta e sanguigna, la Maionchi ha dispensato consigli ai suoi cantanti, difendendoli a modo suo – ovvero a suon di trash talking e con il suo “allora” ormai marchio di fabbrica – dagli appunti mossi dagli altri giudici. Graffiante come suo solito Manuel Agnelli, per Fedez anche lo spazio duetto con J-Ax per presentare il loro nuovo singolo Sconosciuti da una vita, introdotto da una simpatica parodia della discussa pubblicità del Buondì Motta.

ros-x-factor-live-foto.jpg

Ros – Foto di X Factor Italia

Venendo alla parte puramente musicale, la puntata si apre con la performance delle Ibeyi, due franco-cubano che fra i propri fan annoverano fra le altre Adele e Beyonce. Le due gemelle Diaz, assieme a tutti i concorrenti vestiti per l’occasioni in abito total white, hanno cantato River e No man is big enough for my arms mentre in sottofondo veniva proiettato il discorso di Michelle Obama contro la violenza e le discriminazioni di genere, temi purtroppo sempre di attualità nella cronaca di tutti i giorni.

Quindi via alla competizione, con l’onore dell’inaugurazione toccata ai Måneskin: per loro un brano dei Black Eyed Peas, Let’s get it started, rimaneggiata per l’occasione con una strofa scritta dal leader e frontman Damiano. Pollice alto per loro alla voce presenza scenica e carisma di tutti gli elementi, forse troppo “caciarona” nel complesso la loro esibizione, come anche rilevato senza troppe cerimonie dalla solita Maionchi, che ha inaugurato il suo show con un deciso “Di gente che balla sui tavoli dei giudici ne ho vista a strafottere!”. Boom.

angelo-radice-x-factor-live-foto.jpg

Andrea Radice – Foto di X Factor Italia

Bene ma forse troppo ingessato Enrico Nigiotti, anche se la sua interpretazione di un capolavoro come “La canzone dei vecchi amanti” è da applausi: del resto la tipologia di canzone concedeva poco spazio ad arrangiamenti che non richiamassero la meravigliosa versione battiatesca contenuta nel primo volume di Fleurs. Bravissima Camille Cabaltera alle prese con Iggy Azalea e la sua Team, mentre con Gabriele Esposito arriva la prima dolente nota della serata: a tradirlo, un arrangiamento stile teen song di Adam’s Song dei Blink 182, pezzo che per tematica affrontata – solitudine e suicidio – difficilmente sarebbe compatibile con un falò sulla spiaggia come invece sembrava suggerire la versione del giovane concorrente di Fedez.

rita-bellanza-x-factor-11-foto

Rita Bellanza – Foto di X Factor Italia

Il ritorno agli ’80 proposto da Sem e Stenn con la loro versione di Let’s Go To Bed dei Cure e Lorenzo Bonamano – poi eliminato a fine serata e primo concorrente a lasciare il talent – hanno chiuso la prima parte di gara. Dopo l’esibizione del duo Fedez – JAx, è toccato a Lorenzo Licitra esibirsi con Your Song di Elton John: l’esibizione del siciliano – che con la sua voce dà l’idea di poter fare ciò che vuole – è fra le cose migliori della serata, assieme alla versione “pimpata” di Battito di Ciglia della Michielin messa giù dai Ros (un’autentica bomba) e alla sempre emozionante voce di Rita Bellanza, perfettamente a proprio agio con le atmosfere malinconiche della struggente Le rondini di Lucio Dalla. In mezzo la non indimenticabile Thank you interpretata da Virginia Perbellini, Samuel Storm che con Location di Khalid non viene forse valorizzato al massimo delle sue potenzialità, mentre Andrea Radice chiude con una bella interpretazione di Superstition di Stewie Wonder.

lorenzo-bonamano-x-factor-live-foto.jpg

Lorenzo Bonamano – Foto di X Factor Italia

Rivedibile la formula dell’eliminazione, che non mette più in ballottaggio i due concorrenti meno votati al termine delle due manche, ma la categoria che dopo le 12 esibizioni aveva raccolto meno voti: a farne le spese, Fedez, che dopo aver deciso di salvare Samuel, ha mandato allo scontro finale Gabriele e Lorenzo, con il pubblico che ha deciso per eliminare quest’ultimo.

X-Factor ritorna giovedì 2 novembre con una nuova puntata live.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.