Diora Madama, “2D” è l’EP di debutto

Diora Madama

Dopo essere stata il volto di “Anima R&B” di Spotify ed essere stata inserita in diverse playlist nazionali e internazionali come New Music Friday (Italia, Grecia, Portogallo e Svezia), Equal Italia, Novità POP, Energy Booster (USA), Homework Motivation (USA), Home Bound (Giappone), Diora Madama pubblica il suo EP d’esordio “2D”.

“Il nome dell’EP è ‘2D’ perché mi rendo conto che ho la tendenza a non riuscire a parlare in modo intenso di ciò che provo. Tendo a patinare in modo pop qualunque episodio negativo della mia vita. Tendo a raccontare la parte finale di ogni evento, la parte guarita, quella aggressiva e vincente. In realtà è sempre l’esatto opposto. Come se rendessi piatto un abisso.”

Diora Madama copertina EP "2D"

Diora Madama e il Viaggio Introspettivo di “2D”

Sotto una maschera fatta di sonorità provenienti dall’elettronica, dal nuovo urban italiano e dal r&b d’oltreoceano, fabbricata sapientemente dai produttori Duffy (Leon Faun, Eugenio in via di Gioia, Dani Faiv), False e Vittorio Giannelli e sotto lo stile di scrittura pop, la voce acida, sfacciata e l’attitudine club di Diora Madama, si nasconde un viaggio introspettivo di 6 tracce.

Nell’EP “2D” l’artista si mette a nudo e racconta di positività tossica e della necessità di compiacere gli altri (“Bitter”), di abusi e di redenzione attraverso la vendetta sociale (“Bill Killed”), di narcisismo (“Meje a Cuscì”), di rapporti vuoti, bidimensionali o nocivi (“Right Pitch”), prima di arrivare all’outro. “Concedessi”, unico brano in italiano, è una confessione.

Leggi anche: Canzoni, le miglior uscite della settimana (16 dicembre)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.