Barriera diventa un’immagine virtuale nel primo disco “Olodramma”

Barriera

“Olodramma” è il primo album di Barriera prodotto da Blindur e Stefanelli. Il disco racconta la storia di tutte le persone che, pur di non sentire il dolore e la solitudine, provano ad abbandonare il corpo per diventare immagine virtuale.

Barriera canta delle nevrosi urbane, delle app di dating, del nostro rapporto con il sacro e con la morte e lo fa immergendosi in nuvole di glitch e synth elettronici.”Olodramma” è composto da 10 tracce che si muovono in un mondo di fantasmi digitali e attraverso l’elaborazione della fine di un amore, si interrogano sulle dinamiche delle relazioni umane nell’era di internet, fino a raggiungere le profondità del cyberspazio.

Il Viaggio Virtuale di Barriera

“Le canzoni di quest’album nascono nell’arco di un anno, a cavallo tra il 2020 e il 2021, dopo l’esperienza molto difficile della fine di un amore, un periodo di forte ansia e depressione, e la mia decisione di andare in psicoterapia. In questo periodo di alienazione dalle cose del mondo, mi sono ritrovato lentamente a immergermi nel mio smartphone e, più in generale, in internet, un mondo che ci fa una promessa irresistibile: quella di anestetizzare il dolore. Mentre facevo questo viaggio virtuale, ho deciso di tenere un diario fatto di canzoni che, come in uno psicodramma, mettendo in scena i momenti più difficili da me vissuti, mi ha portato a una specie di catarsi.

La decisione di trasformare queste canzoni in un disco è arrivata a febbraio del 2021, quando per la prima volta sono entrato in studio con Blindur, da tempo mio produttore e amico. Il processo è durato quasi un anno, con lunghe pause tra le sessioni di preproduzione e produzione. Nel corso della lavorazione è entrato nel team anche Stefanelli, che ha dato un apporto fondamentale in diverse fasi. Durante quei mesi mi è capitato di dormire nello studio Le Nuvole di Cardito, che è diventato una casa in cui tornare. Adesso si è trasformato in un resident studio, e credo di essere stato tra i primi a collaudarlo, anche quando c’erano solo divani!” – Barriera.

Leggi anche: WISM: “Creo Paesaggi Sonori E Sono Un Turista Per Sempre. Franco126? Preziosi I Suoi Consigli”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.