Duran Duran inseriti nella Rock and Roll Hall of Fame rivelano: «Andy Taylor ha il cancro»

v

La cerimonia di inserimento nella Rock and Roll Hall of Fame a Los Angeles ha riunito i Duran Duran, ma Andy Taylor, ex chitarrista, non è stato in grado di essere con loro: la band guidata da Simon Le Bon ha rivelato, leggendo una lettera aperta di Taylor, che poco più di quattro anni fa gli è stato diagnosticato un cancro alla prostata metastatico in stadio 4. 

“Poco più di quattro anni fa mi è stato diagnosticato un cancro alla prostata metastatico al quarto stadio – ha scritto -. Molte famiglie hanno sperimentato la lenta combustione di questa malattia e ovviamente non siamo diversi; quindi parlo dal punto di vista di un padre di famiglia ma con profonda umiltà nei confronti della band, i più grandi fan che un gruppo possa avere e questo eccezionale riconoscimento. Sebbene le mie condizioni attuali non siano immediatamente in pericolo di vita, non esiste una cura. Di recente stavo bene dopo un trattamento molto sofisticato che allunga la vita, fino a una settimana fa, quando ho subito una battuta d’arresto e, nonostante gli sforzi eccezionali della mia squadra, dovevo essere onesto in quanto, sia fisicamente che mentalmente, avrei superare i miei limiti”.

Le due vite di Andy Taylor nei Duran Duran

Proprio Simon Le Bon, voce dei Duran Duran, ha definito devastante la notizia della malattia di Andy Taylor: “Amiamo molto Andy. Non starò qui a piangere, sarebbe inappropriato, ma è così che ci si sente”, ha aggiunto. Andy Taylor ha fatto parte della band in due fasi distinte della carriera dei Duran Duran: tra il 1978 e il 1985, quando il gruppo ha ottenuto la celebrità mondiale, pubblicando album come “Rio” e “Arena”, e poi con la reunion durata dal 2001 al 2006. Nei giorni scorsi Nick Rhodes in un’intervista ha fatto sapere che nel corso del 2023 potrebbe vedere la luce “Reportage”, il secondo album che i Duran Duran avevano realizzato in fase di reunion con Andy dopo “Astronaut”, e che in seguito alla seconda rottura con il chitarrista non era mai stato pubblicato. 

Tra gli altri artisti che nella serata sono stati inseriti nella Hall of Fame ci sono stati Pat Benatar, Eurythmics, Lionel Richie e Judas Priest. Qui tutte le info.

Leggi anche: Johann Sebastian Punk: «Scoraggiato Dalla Musica Di Oggi. Il Mio Problema? Essere Precursore Dei Tempi»

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.