Madame al Rock In Roma: “Abbiamo Tutti Paura Ma Dobbiamo Andare Avanti”

Madame @ Rock In Roma – Foto di Sara Serra

Madame prende per mano il pubblico del Rock In Roma per portarlo nella sua “Marea”: tra segreti del confessionale, salti e libertà il ritorno nella Capitale della cantante vicentina

Dopo il pathos, noir e dream pop dei Cigarettes After Sex, siamo tornati al Rock In Roma per goderci un po’ di musica italiana. La rapper vicentina Madame è ritornata a Roma, stavolta sul palco dell’Ippodromo delle Capannelle, per presentare i brani del suo primo album a poche settimane di distanza dalla sua incursione al concerto di Marco Mengoni allo Stadio Olimpico (ha cantato “Mi Fiderò”) e dal suo show all’Atlantico Live.

In apertura Caffellatte, VV e Nuvolari.
Ecco il racconto del concerto romano di martedì 5 luglio mentre il programma completo del Rock In Roma è qui.

Il Racconto del Concerto

<<Ciao Roma come state? Siete felici che è estate?>> esordisce con queste parole Madame sul palco del Rock In Roma all’Ippodromo delle Capannelle per il suo ritorno nella Capitale a distanza di poco più di un mese dal successo raccolto all’Atlantico Live mentre affida l’apertura del concerto a “Istinto”, prima traccia del suo album d’esordio omonimo del 2021.

Trascinante e ipnotica nel suo completo a maniche e pantaloncini corti Francesca Calearo regala un’ora e quindici minuti di sorrisi, salti e gioia mentre i brani della sua discografia scorrono: “Tu Mi Hai Capito”, “Baby”, “Luna” (<<ho messo una strofa inedita>>). Dopo “Vergogna”, Madame conduce il pubblico in un gioco: <<si chiama Il Confessionale, ognuno di voi deve raccontarmi un segreto>>.

Il Confessionale di Madame a Roma

E allora le riservatezze di ragazze e ragazzi vengono pian piano fuori: da pensieri impuri con <<il doccino>> a <<fare l’amore con mio cugino>>, dal Coming Out fino alla macrofilia (attrazione sessuale di un individuo verso persone giganti). Dopo “L’Eccezione” e “Il Mio Amico”, il pezzo successivo ha una presentazione a sé – <<scritta quando avevo 17 anni, non c’entra con la libertà sessuale perché alla fine è importante che facciate il cazzo che vi pare senza fare male a nessuno. Abbiamo tutti paura ma andate avanti e dove si arriva si arriva>> – e canta “L’Anima”.

La chiusura del concerto è affidata a una tripletta d’eccezione – “Sciccherie”, “Voce” e “Marea” – per l’ennesima consacrazione di una delle penne più eclettiche del momento.

Madame @ Rock In Roma – Foto di Sara Serra

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.