Vasco Brondi: “Seguo la Mia Direzione Senza L’Obbligo Di Dover Stupire”

Vasco Brondi - Foto Max Cardelli
Vasco Brondi – Foto Max Cardelli

“Paesaggio Dopo La Battaglia” è il primo disco solista di Vasco Brondi e arriva dopo l’esperienza più che decennale ne Le Luci Della Centrale Elettrica. L’artista sarà protagonista di una serie di incontri organizzati presso alcuni importanti Atenei italiani – Università Statale di Milano (10 maggio), Università degli Studi di Napoli Federico II (11 maggio), Università di Siena (14 maggio), Università degli Studi di Trento (18 maggio), Università di Bologna (25 maggio) – per partire poi in estate con un tour (le date le trovate sotto).

10 tracce, scritte e prodotte tra Ferrara, Milano e New York, raccontano la nuova visione del cantautore tra perdite e conquiste. Il lavoro <<prende il titolo da una canzone d’amore, riferita a un’entità, a una nazione>> perché questo questo disco è <<pieno di battaglie, intime, personali, universali e di paesaggi interiori ed esteriori>>. Un disco di battaglie intime e collettive ma <<c’è anche la mia battaglia di scrivere il disco, un rapporto fatto di immersione e allontanamento>>. E Vasco cita il suo mantra, <<siamo qui per rivelarci e non per nasconderci>>, che lo ha aiutato nella scrittura del primo disco a suo nome e si è circondato di musicisti, un’orchestra di fiati e Mauro Refosco (già al lavoro con Red Hot Chili Peppers, Atoms For Peace, David Byrne) e con Paul Frazier. <<Mi interessava inserire questa componente sacra>> ammette in conferenza stampa.

Vasco Brondi - Foto Max Cardelli
Vasco Brondi – Foto Max Cardelli

Il primo singolo estratto è stato “Chitarra Nera”, << nata dopo un paio d’anni che non scrivevo niente>>. Nel video Elio Germano esplora il paese di Collegiove, in provincia di Rieti. Ma in questo primo disco solista c’è un’eredità delle Luci, <<alcuni personaggi e storie sono le stesse di “Canzoni Da Spiaggia Deturpata”: i 4 o 5 amici che vivono in pochi chilometri quadrati>>, Vasco torna nel 2008 <<per chiudere il cerchio o forse continuarlo>>. Proprio grazie a “Chitarra Nera” ha iniziato a scrivere il disco: <<Durante il primo lockdown mi sono ritrovato con la musica come anticorpo e sono andato nel profondo>>.

Un percorso astrale in cui Brondi doveva <<seguire la mia direzione e non sentirmi in obbligo di dover stupire perché ogni disco è un’altra di quelle 700 vite che si possono avere>>. Le prime canzoni sono nate abbondantemente prima della pandemia come ad esempio “Ci Abbracciamo” (nel video il cameo di Stefano Accorsi) e c’è anche <<un libro e un diario on the road in cui andavo da Ferrara a Brescia per raggiungere Taketo Gohara e Federico Dragogna per chiudere il disco>>.

Brondi è un artista puro che non forza mai il blocco della scrittura ma anzi <<aspetto la necessità>>. Non è stata una scelta ma <<l’unico modo di rapportarmi a quello che faccio>>. Serenità, calma e accettazione di sé. E proprio di quiete parla “Due Animali In Una Stanza” ma quella ‘quiete accesa ungarettiana’, <<il momento in cui tutto cambia>>: ci sono due persone che dicono ‘ancora, ancora’ e celebrano la tremillesima notte insieme.

La doppia anima dell’artista ferrarese viene fuori pian piano: <<Mi piace meditare ma anche bere la birra con gli amici, sono un tipo controverso>>. E cita Picasso parlando delle canzoni che >>ci danno possibilità di trascendere e di andare nel profondo>>, una delle grandi possibilità dell’arte che <<serve a togliere la polvere dei giorni>>. Il discorso inevitabilmente si sofferma sul discorso di Fedez al Concertone del Primo Maggio riguardo il DDL Zan e vede una somiglianza con i Fab Four, <<è come quando i Beatles dicevano qualcosa, dava scalpore su tutti i giornali>>; si congratula con Fedez perché va a <<riempire quel vuoto lasciato dalla sinistra>>.

Ecco le prime date del tour di “Paesaggio Dopo La Battaglia” di Vasco Brondi:
– 28 giugno Estate Sforzesca – Milano
– 30 giugno Estate Fiesolana – Fiesole (FI)
– 13 luglio Sequoie Music Park – Bologna
– 16 luglio Flowers Festival – Collegno (TO)
– 18 luglio Festival Estate Al Castello – Villafranca di Verona
– 21 luglio Villa Olmo Festival – Como
– 30 luglio Tener-a-mente Festival – Vittoriale, Gardone Riviera (BS)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.