Primo Maggio 2020: il Concertone senza abbracci

Eccoci al Concertone del Primo Maggio 2020, il trentesimo. Un’edizione strana che non prevede pubblico a causa del Coronavirus che sta tenendo in lockdown la gente, impensabile scendere in piazza. Così il Concertone si reinventa e va in onda su Rai 3 e Rai Radio 2 in formato ridotto per dilettare il pubblico e i fan dei cantanti. Stiamo uniti, e anche sul divano.

Dal Teatro delle Vittorie e dall’Auditorium Parco della Musica – ma con Ambra in apertura da una Piazza San Giovanni spoglia e solitaria – va in onda il primo, pandemico Primo Maggio con il tema “Il lavoro in Sicurezza: per Costruire il Futuro”.
La voce rotta di Ambra, i contributi di lavoratori (autisti, commessi, infermieri) che non si sono fermati e hanno continuato la loro occupazione, da nord a sud, e le dichiarazioni dei Segretari di CISL, UIL e CGIL avviano (anche se sarebbe meglio dire chiudono) il Primo Maggio 2020.

“Vi mando un abbraccio virtuale, sperando di riabbracciarvi presto” – questo il messaggio di Vasco accompagnato da immagini video di “Un Senso”.
L’emozione di Ambra – il saluto in collegamento di Lodo Guenzi, partner delle ultime due edizioni della presentatrice ex di Non È La Rai – accompagna il pubblico verso la super ospite Gianna Nannini.

Dalla terrazza Martini di Milano, la toscanaccia canta “Notti Senza Cuore”, “Donne In Amore”, “Meravigliosa Creatura”, “Sei nell’Anima” vibrano vicino la Madunina e un drone vola sulla vuota città meneghina per un canto di speranza che, 30 anni dopo le “Notti Magiche”, ci fa di nuovo sognare.

Francesco Gabbani Primo Maggio 2020

Un frecciarossa e si arriva celeri nella Capitale con Alex Britti (“7mila Caffè”) seguito da Francesco Gabbani (“Viceversa”, “Il Sudore Ci Appiccica”) fino allo Stato Sociale che ripropongono la loro “Una Vita In Vacanza” da una Piazza Maggiore deserta ma simbolica, seguita da “La Canzone Del Pane”, omaggio a Zagor de I Camillas.

Prima in tv nazionale per Aiello (“Arsenico”) seguito da Le Vibrazioni (“Dov’è”) e dal big Zucchero che dopo una breve chiacchierata con Ambra canta “La Canzone Che Se Ne Va” al piano (video registrato, ndr). La bellissima e solarissima Paola Turci (“Fatti Bella Per Te”, “Bambini”) anticipa l’intervista di Ambra a cinque scolari in tempi di lezioni e interrogazioni online.

Da Bassano Del Grappa arriva la “Cheyenne” Francesca Michielin in tutto il suo candore poi la rivelazione sanremese Fasma (“Per Sentirmi Vivo”). Dopo aver regalato al pubblico un brano anti-COVID, Edoardo Bennato e la sua armonica arrivano sul palco virtuale del Primo Maggio (“L’Isola Che Non C’è”, “La Realtà Non Può Essere Questa”), Irene Grandi illumina il Concertone dalla sua Firenze con un medley (“La Cometa Di Halley”, “Finalmente Io”).

La rappresentazione in note del Primo Maggio e della Liberazione è affidata a Tosca con una versione world music del canto popolare “Bella Ciao” e l’applauditissima all’ultimo Sanremo “Ho Amato Tutto”. Un divertente sketch di Edoardo Ferrario per alleggerire la paura dell’esame di maturità che gli studenti italiani vanno ad affrontare da qui a un mese ed Ermal Meta presenta la sua “Finirà Bene”, fresca di uscita. E poco dopo insieme a Bugo in “Mi Manca”talmente uguale a “Va Bene Così” di Vasco che Mr. Bugatti canta seduto. Non poteva mancare “Sincero” con Nicola Savino nel ruolo di Morgan – e testo vero.

Bugo Primo Maggio 2020

Patti Smith silenziosa arriva con “Grateful” e il contributo al piano della figlia Jesse per dare il suo contributo ai lavoratori italiani. Niccolò Fabi porta “Una Buona Idea”, quella che speriamo si possa avere al più presto dal Recovery Fund, e “Costruire”, preghiera per il futuro. “Ritornerai” di Bruno Lauzi celebrata dalla voce di Luca Barbarossa e la tromba di Paolo Fresu.
Sting ringrazia tutti i lavoratori in italiano e canta “Don’t Stand So Close To Me”, perfetta per il distanziamento sociale.

La linea torna a Roma con Noemi (“Sono Solo Parole”, “Vuoto A Perdere”) – vogliamo abbracciarla fortissimo per averci fatto alzare dal divano in un grigio venerdì di “festa” – e Leo Gassman (“Vai Bene Così”). Una virata su “San Giovanni” con Fulminacci e poi la “Pace” (e “Portami Via”) di Fabrizio Moro.

In pieno stile svalutation celentiniana arriva in esclusiva il video del nuovo singolo “Assenza” di Gianna Nannini – contenuto nell’ultimo disco “La Differenza” – seguito da Rocco Papaleo che, manco a farlo apposta, canta “Azzurro” del cantante di Via Gluck.

Un rapido sguardo ai vincitori di Primo Maggio NEXT 2020 e poi in rapida carrellata Dardust vista Duomo), Margherita Vicario, Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, l’Orchestra di Santa Cecilia che omaggia Morricone e la chiusura con “Hey Joe” suonata da Alex Britti in una Piazza San Giovanni vuota, mancano gli applausi e le urla del pubblico ma ci vedremo sotto palco nel 2021.

Grazie per aver dato nuovamente una dignità a tutti i lavoratori dello spettacolo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.