Canova e Fulminacci a Villa Ada: il report del concerto

Canova dal vivo a Villa Ada 14 luglio 2019
Canova a Villa Ada – Foto di Ziblab

Non uno ma bensì un doppio concerto, per essere più precisi la celebrazione dell’etichetta milanese indipendente Maciste Dischi. Quella che si è svolta ieri sera sul Laghetto di Villa Ada a Roma è stata un’enorme festa a tinte milanesi quanto romane, sul palco Fulminacci prima e Canova poi, aperti dalla cantautrice dall’attitudine punk Biancospino.

Vincitore della Targa Tenco 2019 per la migliore “Opera Prima” con “La Vita Veramente”, il giovane ventunenne Filippo Uttinacci in arte Fulminacci era uno dei più attesi nel bill di Villa Ada – Roma Incontra Il Mondo. Il nuovo fiore all’occhiello di Maciste coinvolge il pubblico nei 50 minuti di show presentando per intero il disco d’esordio insieme a due brani nuovi – uno probabilmente dal titolo “San Giovanni”, zona di provenienza del cantautore, e l’altro ancora senza titolo – e alla cover di “Stavo Pensando A Te” di Fabri Fibra (con la chitarra di “Amarsi un Po'” di Battisti).

Fulminacci a Villa Ada - Foto di Ziblab
Fulminacci a Villa Ada – Foto di Ziblab

Matteo, Fabio, Federico e Gabriele tornano a Roma dopo la data primaverile all’Atlantico per un nuovo successo targato Canova. Dopo l’esordio “Avete Tutti Ragione”, i cui brani sono tutti nati dalle disavventure amorose di Mobrici, la band è in tour con il secondo “Vivi Per Sempre”.
Prima volta a Villa Ada per i quattro meneghini che convincono il pubblico con un’ora e venti minuti di show in cui scorrono anche le canzoni off-album “Santamaria” e “Threesome”. Momento crossover con Flavio Pardini aka Gazzelle per cantare prima “NMRPM” in acustico e poi “Rolls Royce” di Achille Lauro per decretare il momento di forma non solo della musica romana ma dell’indie italiano in generale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.