Keith Flint, il coroner conferma la causa della morte

Il coroner conferma il suicidio di Keith Flint, il 23 luglio i risultati dei test tossicologici

Keith Flint dei Prodigy è morto impiccato lunedì 4 marzo 2019 ed è stata aperta un’inchiesta sulla morte, come riferisce la BBC.
Lynsey Chaffe, ufficiale del medico legale, ha rivelato il suicidio come causa provvisoria di morte in attesa dei rapporti tossicologici, il rapporto completo arriverà il 23 luglio. La polizia afferma che le circostanze della morte del cantante di “Breathe” e “Firestarter” non sono sospette.

Intanto tutti gli amici di Flint lo hanno omaggiato sui social mentre la band ha cancellato tutti i concerti in programma, i Prodigy dovevano suonare a Glastonbury.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.