Motta ci insegna come essere felici: il report del concerto di Milano – Alcatraz 31 maggio 2018 – SCALETTA E VIDEO

Motta concerto Alcatraz Milano 31 maggio 2018

“Ho già avuto modo di vedere il live di Francesco, godetevelo perché è una bomba”. Le parole – la musica ce l’aveva messa prima, scaldando il pubblico in apertura alla data milanese del tour di Mottasono di Paletti. Nessuna captatio benevolentiae verso il cantautore livornese, che gli ha concesso l’onore del pre-show ma la pura e semplice verità.

È passato un anno da quando Motta fece tappa a Milano e nel frattempo molte cose sono cambiate: l’incognita della fine dei vent’anni ha lasciato spazio alla maturità dei trenta, complice anche la presenza fissa di Carolina Crescentini al suo fianco. La presenza dell’attrice nonché compagna di vita di Motta è palpabile nei tanti riferimenti – e ringraziamenti – durante tutto l’arco della serata pur non venendo mai direttamente nominata: è lei la musa, la fonte della felicità vera e autentica del cantautore che con la data di del 31 maggio ha chiuso la prima parte del tour legato al disco Vivere o Morire, uscito lo scorso aprile e le cui canzoni sono ovviamente il piatto forte del concerto. Introdotto da Ed è Quasi Come Essere Felice, resa ancora più psichedelica dell’originale, con una lunga introduzione affidata alla band prima che lo stesso Motta facesse capolino sul palco. Una scarica di adrenalina e pronti via, aperitivo perfetto di un viaggio canoro durato un’ora e mezza dove non sono mancati i pezzi del precedente album: da Prima o Poi Ci Passerà a Sei Bella Davvero, passando per La Fine Dei Vent’Anni, Abbiamo Vinto Un’Altra Guerra e Roma Stasera, Del Tempo Che Passa La Felicità.

E poi le canzoni del disco nuovo, eseguito pressoché integralmente in un live serrato e con pochissime pause, anche fra un bis e l’altro. E se La Nostra Ultima Canzone sembrava essere il più scontato dei finali, Motta trova anche tempo per rendere omaggio a quei Criminal Jokers con cui ha suonato per dieci lunghi anni, costruendosi il suo percorso musicale: Fango il brano scelto, preludio alla vera “ultima canzone” che poi è anche quella che chiude il disco, ovvero la struggente Mi Parli Di Te dedicata al padre con cui il livornese, fatti i ringraziamenti di prammatica, si è congedato dal pubblico milanese.

SCALETTA MOTTA – ALCATRAZ 31 MAGGIO 2018

  1. Ed è quasi come essere felice

  2. La fine dei vent’anni
  3. Quello che siamo diventati
  4. Vivere o morire
  5. Chissà dove sarai
  6. La prima volta
  7. Per amore e basta
  8. Prima o poi ci passerà
  9. Del tempo che passa la felicità
  10. E poi ci pensi un po’
  11. Prenditi quello che vuoi
  12. Roma stasera
    Encore:
  13. Se continuiamo a correre
  14. Abbiamo vinto un’altra guerra
  15. Sei bella davvero
  16. La nostra ultima canzone
  17. Fango (Criminal Jokers)
  18. Mi parli di te

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.