Arctic Monkeys a Roma, un bacio è troppo poco!

arctic monkeys concerto auditorium roma 27 maggio 2018

Dopo aver pubblicato il nuovo album Tranquility Base Hotel & Casino, gli Arctic Monkeys sono tornati a Roma per la seconda e terza volta – noi siamo andati a vederli domenica 27 maggio –  a cinque anni dalla prima esibizione romana in assoluto che li ha visti letteralmente infuocare il palco dell’Ippodromo delle Capannelle nell’estate 2013 con oltre diecimila biglietti venduti. Ora Alex Turner e compagni ritornano in Italia per continuare a dettare la loro legge nel rock e lo fanno in grande stile sul palco della Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma per l’apertura del Roma Summer Fest con parterre in piedi. Le quattro scimmie artiche sono aiutate sul palco in alcuni brani (come 505 e She Looks Like Fun) da Cameron Avery, musicista dei Tame Impala che ha aperto la doppietta romana e presentato dal vivo il suo ultimo album solista Ripe Dreams, Pipe Dreams

arctic monkeys concerto auditorium roma 27 maggio 2018

Arctic Monkeys dal vivo a Roma 27 maggio 2018 – Foto End of a Century

arctic monkeys concerto auditorium roma 27 maggio 2018

Arctic Monkeys dal vivo a Roma 27 maggio 2018 – Foto End of a Century

Alex Turner si conferma crooner e boss della band ormai diventata a tutti gli effetti unno dei capisaldi della musica moderna. Nonostante l’ultimo disco Tranquility Base Hotel & Casino non abbia raccolto proprio un gran consenso tra i fan, il gruppo di Sheffield rimane ancorato alla scaletta del tour del 2013 e ci conferma come AM sia ancora una volta il punto di svolta della loro carriera artistica e – dobbiamo dirlo – monetaria.
Rinnegare le proprie origini non è quasi mai un bene ma a volte bisogna lasciarsi alle spalle qualcosa per guadagnare altro. Molto altro. I Monkeys – così identificati dalla scenografia alle loro spalle – non rinnegano le chitarre ma anzi le arricchiscono con l’aiuto si synth pressochè oscuri ed alienanti da colonna sonora di film horror seventies. La mente di Alex Turner è un labirinto in cui ogni vicolo porta a un cancello dietro il quale si cela un segreto. E ogni segreto è una canzone. La complessità e la difficoltà nella scelta della scaletta è confermata dall’abbandono quasi totale dei brani dei primi due album (presenti solamente The View From The Afternoon, I Bet You Look Good On The Dancefloor, Brianstorm e la sopracitata 505), croce e delizia di una band che vuole crescere cercando un percorso alternativo a quello percorso finora.

Nel video pubblicato sul nostro profilo Instagram – che trovate proprio qui sotto – ci sono tre estratti video dal concerto di domenica 27 maggio: R U Mine?, The View From The Afternoon, 505.


Ben sette brani tratti dal penultimo AM
Do I Wanna Know?, R U Mine?, One For The Road, Arabella, Fireside, Why’d You Only Call Me When You’re High?, Knee Socks – scelta amata dal pubblico femminile per il movimento d’anca di Mr. Turner, un po’ meno dal pubblico maschile che invece si rianima con i classics. Del nuovo album invece rimangono cinque braniOne Point Perspective, American Sports, Tranquility Base Hotel & Casino e ovviamente il singolo Four Out Of Five – senza infamia nè lode alcuna. Resta il fatto che l’oscurità dei “nuovi” Arctic Monkeys dovuta anche agli eccessi, è punto di forza e allo stesso tempo debolezza estrema di una band che ha totalmente rigirato le regole della storia della musica degli ultimi 15 anni.

Alex Turner si muove plastico come un Elvis moderno, suona la chitarra (poco), suona il piano (poco) e ammicca (tanto) al suo pubblico femminile. Quello sì che è il vero punto di forza della band inglese.

 

SCALETTA ARCTIC MONKEYS ROMA 27/05/2018

  1. Four Out of Five
  2. Brianstorm
  3. Crying Lightning
  4. Don’t Sit Down ‘Cause I’ve Moved Your Chair
  5. Fireside
  6. Tranquility Base Hotel + Casino
  7. 505
  8. One Point Perspective
  9. American Sports
  10. Knee Socks
  11. The View From the Afternoon
  12. Cornerstone
  13. Do I Wanna Know?
  14. She Looks Like Fun
  15. Arabella
  16. Pretty Visitors
  17. One for the Road
     

    Encore:

  18. I Bet You Look Good on the Dancefloor
  19. Why’d You Only Call Me When You’re High?
  20. R U Mine?

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.