Apolide Festival 2018, nuovi nomi: Digitalism, Myss Keta, Bianco, Dj Gruff e molti altri

nuovi nomi.jpg

Dopo i primi nomi annunciati, l’edizione 2018 di Apolide, il festival che si svolgerà dal 19 al 22 luglio nel Bosco di Vialfrè in provincia di Torino si arricchisce di nuovi nomi nella lineup: Digitalism djset, Myss Keta, Dj Gruff feat. Gianluca Petrella, Bianco Dan Owen, C+C=Maxigross, Indianizer, Technoir, Grimm Grimm, Indianizer.

I nuovi nomi vanno a sommarsi a quelli di Alice Merton (famosa per la hit No Roots), Ministri – presenteranno il nuovo album FidateviTémé Tan, Bruno Belissimo, Andrea Poggio, Populous e Joan Thiele, in attesa della line up definitiva che verrà annunciata lunedì 28 maggio.

Digitalism
Il duo elettronico di Amburgo formato da Jens ‘Jence’ Moelle e Ismali ‘Isi’ Tüfekçi, una delle realtà più importanti e festose del clubbing mondiale, ha collaborato con Julian Casablancas degli Strokes e remix per Depeche Mode, Klaxons, White Stripes e Daft Punk.

digitalism apolide festival

Dan Owen
Grazie al singolo Moonlight, il 25enne cantautore inglese ha ottenuto immediatamente le attenzioni di critica e pubblico di tutto il mondo. What Is A Man è il brano che anticipa il disco d’esordio in uscita il prossimo agosto per Atlantic Records.

Grimm Grimm
Progetto chitarra e synth di Koichi Yamanoha, folksinger giapponese residente a Londra già membro della band psichedelica britannica Screaming Tea Party. Uno degli ultimi culti in campo dream pop presenterà il nuovo disco Cliffhanger uscito a marzo 2018, fusione tra pop e noise.

Myss Keta
Nella lineup del festival piemontese anche la misteriosa performer mascherata e rapper dall’attitudine punk accompagnata sul palco dalle inseparabili “Ragazze di Porta Venezia”, presenterà il disco d’esordio Una Vita In Capslock.

Myss Keta

Myss Keta

Dj Gruff feat. Gianluca Petrella
Due nomi che descrivono due mondi, un rapper che da trent’anni continua a segnare la storia dell’hip-hop italiano con basi, parole e dischi e un trombonista tra i più noti al mondo: rap e scratch incontrano note e improvvisazione in un mix incredibile.

Bianco
Dopo tre dischi, centinaia di concerti e gli ultimi due anni passati in giro per i palchi di tutta Italia con Niccolò Fabi, il compositore, chitarrista, produttore artistico torinese Alberto Bianco, riprende i panni di cantautore e arriva ad Apolide con il suo quarto album, Quattro.

C+C=Maxigross
Il collettivo folk veronese presenterà a Apolide i brnai del nuovo album Nuova Speranza, lavoro realizzato insieme a Miles Cooper Seaton (Akron/Family) e al cantastorie senegalese Alioune Slysajah.

Indianizer
Il progetto nato nel 2013 porterà sul palco del festival il secondo Lp Zenith che contiene i remix di Don’t Dj e Passenger, insieme a un parlato inglese, spagnolo e a una lingua inventata. I brani nascono da jam session libere e contengono suoni organici, acidi e sintetici che avvolgono una pulsazione ritmica costante e ossessiva.

Abbonamenti: da 35 €
Family Early Bird: 82 €

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.