Judas Priest, il chitarrista Glenn Tipton è malato di Parkinson

judas-priest-glenn-tipton-tour-foto

Glenn Tipton, chitarrista fondatore della heavy metal band inglese Judas Priest ha dichiarato di soffrire di Parkinson da quasi 10 anni e, per ora, di non poter accompagnare l’attività live della band.

I Judas Priest perdono una pedina importante della loro formazione, Glenn Tipton, maestro della sei corde della band inglese, ha ufficialmente dichiarato di soffrire di Parkinson ed abbandona l’attività dal vivo. Dal canto suo l’artista non esclude in futuro un ritorno, fisso o sporadico, con il gruppo di Rob Halford in studio e dal vivo.

I Judas Priest saranno in Italia il 17 giugno insieme a Ozzy Osbourne.

Questa la lettera diffusa sui social della band riguardo la condizione di Glenn Tipton:

“GLENN TIPTON / JUDAS PRIEST DIAGNOSI CON PARKINSON:
Dieci anni fa a Glenn fu diagnosticato l’inizio delle prime fasi del Parkinson – da allora fino a poco tempo fa Glenn ha vissuto la sua vita come grande chitarrista heavy metal che è sempre stato, mantenendo con la sua definizione uno standard di qualità e prestazioni che è incredibilmente importante.
In questo momento Glenn è in grado di suonare ed eseguire alcune delle canzoni dei Priest che sono meno impegnative ma, a causa della natura della progressione di Parkinson, vuole far sapere a tutti che non sarà in tour in quanto tale –
Fedele allo spirito metallico di “lo spettacolo deve andare avanti” Glenn ha chiesto a Andy Sneap di far volare sul palco la bandiera per lui.
‘Voglio che tutti sappiano che è vitale che il tour di Judas Priest vada avanti e che io non lasci la band – semplicemente il mio ruolo è cambiato. Non escludo la possibilità di salire sul palco come e quando mi sento in grado di farlo. Quindi ad un certo punto in un futuro non troppo lontano non vedo l’ora di vedere ancora una volta tutti i nostri meravigliosi maniaci del metallo’
Rob, Richie, Ian e Scott hanno questo da dire:
Abbiamo avuto il privilegio di testimoniare la determinazione e l’impegno costante di Glenn nel corso degli anni, mostrando la sua passione e autoconsapevolezza attraverso le sessioni di scrittura, registrazione e performance con i Judas Priest: è un vero eroe metal!
Non siamo sorpresi dall’insistenza di Glenn che vuole che noi completiamo il tour di Firepower e ringraziamo Andy per averci seguito per far diventare reali i desideri di Glenn –
Come ha detto Glenn, anche noi non vediamo l’ora di averlo con noi in qualsiasi momento in qualsiasi posto sulla strada …..
Ti amiamo, Glenn!”

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.