“Madreperla” di Guè, una sperimentazione del passato

Guè

Guè arriva a quota otto album con la produzione della leggenda hip hop Bassi Maestro. Due anni dopo “Gvesus”, il ragazzo d’oro del rap ritorna con “Madreperla”anticipato da un trailer con Jerry Calà – 12 nuove tracce di puro rap old school che vedono tanti featuring: Paky, Anna, Sfera Ebbasta, Massimo Pericolo, The Professional, Marracash, Rkomi, Mahmood, Benny The Butcher e Napoleone.

L’ex Club Dogo ha presentato il disco con una masterclass sul rap alla Triennale di Milano. Si parte dai fondamentali: “Per fare rap non basta parlare a tempo su una base in loop. Ci vuole ben altro, ci vuole compromesso tra musicalità e testo” ma non dimentica mai di “romanzare la realtà” né di parlare “di quello che volete anche dell’orto di casa, purché sia qualcosa che avete visto davvero”. Un disco di sperimentazioni ed esercizi stilistici ma anche un omaggio al passato con vari samples di vecchi brani“abbiamo campionato pure Ron”.

Guè copertina "Madreperla" album

Le Canzoni di “Madreperla” di Guè

La traccia d’apertura è “Prefissi”: “Attraverso i prefissi telefonici si arriva a un’istantanea. Un’istantanea un po’ hardcore, come piace a noi. Ogni prefisso racconta una storia”. Sui featuring ‘intergenerazionali’, con artisti dai 19 ai 49 anni, scherza: “ne manca solo uno con Al Bano”. Dai giovanissimi Paky e Anna fino ai pesi massimi Sfera Ebbasta e Marracash fino a Massimo Pericolo (“uno dei più grandi talenti di scrittura”); ma anche Mahmood in “Lontano Dai Guai” fino a concludere con Napoleone, il nuovo talento dell’indie, in “Capa Tosta”.

Leggi anche: Geolier, ascolta il nuovo album “Il Coraggio Dei Bambini”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.