Gaube affronta il tema delle migrazioni balcaniche nel nuovo singolo “Muro”

gaube

Dopo l’EP d’esordio dello scorso aprile dal titolo “Confini”, Gaube ritorna con il nuovo singolo “Muro” per Bonimba/Santeria/Audioglobe, che anticipa il prossimo album del giovane cantautore e musicista.

Nato e cresciuto in Maremma, prima di trasferirsi a Bologna, Gaube è un outsider della nuova musica italiana, tanto disinteressato alle logiche dei click e delle views quanto convinto sostenitore di un approccio militante all’espressione artistica e di una musica politica che guarda con ammirazione a De Andrè e agli Area, ai Genesis e ai Pink Floyd, ma anche ai contemporanei Verdena e Iosonouncane.

“Muro” affronta di nuovo il tema delle migrazioni, evocando quelle meno raccontate che riguardano le frontiere balcaniche, dove centinaia di esseri umani tentano disperatamente di entrare in Europa, quella terra promessa che in realtà dimostra di essere  un “castello di false libertà”. Il brano parte con la voce ruvida e ombrosa di Gaube, fra mood darkwave dei primissimi ’80 e un cantato che richiama il cantautorato politico degli anni ’70 per poi esplodere in ritmi e sonorità fra progressive rock e psichedelia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.