Marracash a Roma: “Questa È La Mia Parabola, Benvenuti Alla Mia Messa”

Marracash

Marracash ha portato i suoi due album, “Persona” e “Noi Loro Gli Altri” sul palco del Palazzo dello Sport di Roma che, dopo le prime due date del 23 settembre e del 1 ottobre, ha chiuso il sipario con la data di domenica 2 ottobre che vi raccontiamo.

Intanto il “Persone Tour” continua a Napoli, Bari, Catania, Bologna e Firenze. Biglietti su ticketone.it

Il Racconto del Concerto di Marracash a Roma

“Questa è la mia parabola, benvenuti alla mia Messa”. Marracash esordisce sulla pedana mobile con queste parole sul palco del Palazzo dello Sport di Roma per l’ultima data capitolina del suo “Persone Tour”, indossando giacca di pelle e occhiali stile Neo di Matrix. Dopo “Pagliaccio” il rapper di zona Barona racconta di come sia cambiato tutto in questi anni di pandemia, “lavoro, persone, città”, tutte difficoltà che ci aspettano in futuro “anche vedendo le elezioni”. Ma nonostante tutto “siamo diventati ‘Bravi A Cadere’ e anche a rialzarci”.

La luce dei cellulari irradia il palasport su “Crazy Love” mentre i laser dal palco creano quasi una coreografia. Sale Coez per duettare su “Quelli Che Non Pensano” mentre “Gli Altri” contiene un riferimento alla prossima Premier, Giorgia Meloni. Segue “Noi”, una “storia di un amico fraterno ma anche mia” e mostra la sciarpa bianca e rossa con la scritta ‘Barona’ (“Mi ha dato una storia, le appartengo”). Dopo una seduta dallo psicologi, Fabio Bartolo Rizzo (vero nome del rapper) scioglie tutti i suoi “Dubbi” mentre volano libro su “Laurea Ad Honorem” (“A noi che siamo i più forti”) e un “fino alla cima Roma, fanculo agli altri” decisivo su “G.O.A.T.”.

Marracash - Foto di Stefano Bella
Marracash – Foto di Stefano Bella

Marracash a Roma: “Siete L’Anima”

Si accendono le luci sul pubblico – “vi guarderò uno per uno stasera” – prima del “grazie a Vasco per questo pezzo di canzone incredibile” (“Io”) e della presentazione della band che, da dietro lo schermo, accompagna Marracash. “Nemesi”, con parte in video di Blanco, chiude la seconda parte dello show prima di vedere l’artista sul palchetto di fronte al primo anello. Il dj Delirio accompagna il pubblico mentre Marra in un viaggio negli anni, da “Badabum Cha Cha” a “King del Rap” fino a “Salvador Dalì” e “Scooteroni” estratte dall’album “Santeria” del 2016 – quest’ultimo con incursione sul palco principale di Sfera Ebbasta.

L’ultima parte dello show si apre con “Noi Loro Gli Altri” e su “Tutto Questo Niente” arriva prepotente il sax di Vittorio Gervasi mentre Marra si veste di rosso e accoglie Noemi sulle note di “Niente Canzoni D’Amore”. Madame in video fa girare la testa al pubblico su “L’Anima” (“Siete l’anima, grazie Roma”) per continuare, a cappella, con una canzone che “mi rappresenta ancora tantissimo anche dopo 10 anni”: “Brivido”. Cadono gli scacchi su “Crudelia”, il neon verde accompagna le “64 Bars” mentre “Love” mette la parola fine a uno degli show più imponenti degli ultimi anni.

Gli Ospiti sul palco di Roma

A far compagnia al rapper sul palco del Palazzo dello Sport nella terza e conclusiva serata romana ci sono stati diversi ospiti. Il primo a salire sul palco con il King del Rap è stato il tenore Vassily Solodkyy ad armonizzare “Pagliaccio” dalla piattaforma mobile; poi è arrivato Coez a duettare su “Quelli Che Non Pensano”, citazione del pezzo di Frankie Hi-Nrg nel 1997.

Durante il mashup, sul palco ha fatto la sua comparsa Sfera Ebbasta per cantare “Scooteroni” mentre “Tutto Questo Niente – Gli Occhi” è stato impreziosito dal sax di Vittorio Gervasi. L’ultima ospite è stata Noemi, salita per dare la sua voce a “Niente Canzoni D’Amore”.

La Scaletta di Marracash a Roma

  1. BODY PARTS – I denti
  2. QUALCOSA IN CUI CREDERE – Lo scheletro
  3. Loro
  4. Pagliaccio
  5. Cosplayer
  6. BRAVI A CADERE – I polmoni
  7. Crazy Love
  8. QUELLI CHE NON PENSANO – Il cervello
  9. Gli altri (Giorni stupidi)
  10. Noi / APPARTENGO – Il sangue
  11. Nulla Accade
  12. Dubbi
  13. Laurea ad honorem
  14. G.O.A.T – Il cuore
  15. Neon – Le Ali
  16. Io
  17. POCO DI BUONO – Il fegato
  18. Nemesi
  19. Badabum cha cha / SUPREME – L’ego / A volte esagero / King del rap / Scooteroni / Cashmere / SPORT – I muscoli / Salvador Dalì
  20. Noi, loro, gli altri (skit)
  21. TUTTO QUESTO NIENTE – Gli occhi
  22. Niente canzoni d’amore
  23. MADAME – L’anima
  24. Brivido
  25. CRUDELIA – I nervi
  26. 64 bars
  27. ∞ Love

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.