Giovanni Truppi a Roma: “Ti Vogliamo Bene”

<<Ti vogliamo bene Giovanni>>. Una frase gridata dal pubblico nella Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica (già Ennio Morricone) scatena il più sincero degli applausi. Giovanni Truppi, cantautore napoletano di stanza ora a Bologna si ritrova a suonare in una delle sue case. Sì perché Roma lo ha accolto per tanti anni, quelli in cui, esordiente, ha suonato nei locali di San Lorenzo e Pigneto e ora conquista una delle più prestigiose venue della Capitale con un sold out.

Niccolò Fabi e Francesco Motta arrivano sul palco con lui per testimoniare il momento d’oro del cantautore napoletano: il primo per cantare “Conoscersi In Una Situazione Di Difficoltà” (dall’EP “5” del 2020) e il secondo per “La Domenica” (estratto dall’album “Il Mondo È Come Te Lo Metti In Testa” del 2013). Due momenti che mettono la firma sui primi dieci anni di carriera di Truppi e aprono la strada a un cammino sterminato.

L’Enciclopedia di Giovanni Truppi

Sul palco esordisce solo, accompagnato unicamente dalla sua chitarra per poi farsi raggiungere da una band di cinque elementi. Lascia l’onere di aprire lo show a uno dei brani più introspettivi della sua discografia, “Conversazione Con Marco Sui Destini Dell’Umanità”, estratta dall’omonimo album del 2015. Un’ora e quarantacinque minuti in cui il cantante, rigorosamente in canottiera, stavolta nera, quella delle grandi occasioni, ci porta nella sua enciclopedia fatta di pensieri profani, situazioni di amore immaginario, discorsi tra coinquilini e amicizia pura.

Da “L’Unica Oltre L’Amore” alla sanremese “Tuo Padre, Mia Madre, Lucia”, da “19 Gennaio” a “Scomparire” senza dimenticare i brani che lo hanno reso celebre: “Stai Andando Bene Giovanni”, “Hai Messo Incinta Una Scema”, “Superman” e “Il Mondo È Come Te Lo Metti In Testa”. Una road map che inizia da casa e finisce tra le mura di un’altra casa, Roma, con “Tutto L’Universo” nei bis, estratta dallo stesso omonimo album, come a significare che alla fine sì <<sei solo quando muori e sei solo dopo che muori>> ma con una grande percorso nel mezzo.

Il tour continua, le date del tour sono su ponderosa.it

Leggi anche: Mi Ami Festival 2022, oltre 90 artisti su quattro palchi: da Alan Sorrenti a Lo Stato Sociale, da Venerus a Meg – Come Arrivare, Biglietti e Abbonamenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.