Blanco a San Pietro canta “Blu Celeste” per il Papa e i fedeli

Blanco si è esibito a piazza San Pietro, Roma, con "Blu Celeste" prima dell'arrivo del Papa all'incontro della CEI
Blanco a San Pietro, Roma (foto Ansa)

Oltre 80mila persone hanno aspettato l’arrivo del Papa a piazza San Pietro nell’incontro organizzato dalla CEI e per la prima volta si è esibito Blanco con “Blu Celeste”

Dopo due anni di pandemia quasi 80mila giovani si sono riuniti a piazza San Pietro per aspettare l’arrivo di Papa Francesco nell’incontro organizzato dalla Pastorale giovanile della Cei (Conferenza Episcopale Italiana) di lunedì 16 aprile, Pasquetta: prima di lui Blanco, vincitore di Sanremo con “Brividi”, ha cantato “Blu Celeste”. Sotto il video ripreso da RaiNews.

Riccardo Fabbriconi si è esibito in una delle piazze più suggestive d’Italia con la title track del suo primo album che lo ha già consacrato come uno dei cantanti più amati d’Italia e d’Europa con molteplici dischi d’Oro e di Platino. L’evento, a cui è stato dato il nome “Seguimi”, è stato pensato come momento di rinascita per i giovani dopo due anni di Covid.

Leggi anche: Blanco, sold out il “Blu Celeste Tour” con oltre 300.000 biglietti

Balnco ha cantato "Blu Celeste" in piazza San Pietro a Roma
Blanco a San Pietro (foto Ansa)

Blanco e Michelangelo a San Pietro

Tra tulipani gialli, orchidee, rose rosse e tanti altri tipi di fiori, Blanco ha cantato “Blu Celeste” accompagnato al pianoforte dall’amico e collaboratore Michelangelo che lo accompagna in tour. Il cantante bresciano, inizialmente seduto sullo strumento a corda, era vestito con un completo bianco, sbottonato sul petto per mostrare il tatuaggio di un angelo con una corona di spine e sotto la sua data di nascita, 2003: <<mi rappresenta perché ha la corona di spine come me che ho un lato veramente marcio>> ha affermato tempo fa riguardo al disegno.

Leggi anche: Blanco: la scaletta del “Blu Celeste Tour”

Due anni con la piazza vuota

Dopo circa dieci minuti dall’esibizione di Blanco il Papa ha fatto il suo ingresso in Piazza San Pietro. Il Pontefice ha seguito un percorso in piedi a bordo della papamobile e ha salutato i giovani riuniti: <<Benvenuti! Grazie di essere qui! Questa piazza attendeva da tempo di riempirsi della vostra presenza, dei vostri volti e del vostro entusiasmo (…) due anni fa, il 27 marzo, venni qui da solo per presentare al Signore la supplica del mondo colpito dalla pandemia. Forse quella sera eravate anche voi nelle vostre case davanti al televisore a pregare insieme alle vostre famiglie. Sono passati due anni, con la piazza vuota>>.

Le parole del Papa contro la guerra

Dopo aver ringraziato il folto pubblico accorso da ogni parte del mondo, Jorge Mario Bergoglio ha parlato dell’invasione della Russia ai danni dell’Ucraina: <<Oltre alla pandemia, l’Europa sta vivendo una guerra tremenda, mentre continuano in tante regioni della Terra ingiustizie e violenze che distruggono l’uomo e il pianeta. Spesso sono proprio i vostri coetanei a pagare il prezzo più alto: non solo la loro esistenza è compromessa e resa insicura ma i loro sogni per il futuro sono calpestati>>.

Non solo Blanco, prima dell’arrivo di Papa Francesco si sono esibiti nella piazza del Vaticano anche l’attore Giovanni Scifoni e il cantante Matteo Romano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.