Le mille facce della “Vita Facile” di Mox

Foto Magliocchetti
Foto Magliocchetti

Mox è tornato con il nuovo EP “Vita Facile”: quattro tracce che parlano del <<monologo forzato che siamo stati tutti costretti a sostenere con noi stessi in questi anni>> e in cui l’artista ha imparato molte cose di se stesso: l’amore per gli anni ’60 e quello per le sonorità moderne, la soddisfazione di scrivere una canzone e la necessità di esprimere tutto questo.

<<Ho deciso di rendermi la vita facile, accettando e assecondando ognuna delle mie nature di cui queste 4 canzoni rappresentano solo un assaggio. Spero almeno di aver reso la giornata più piacevole a qualcuno, con questa scelta>> ammette Marco Santoro per un tuffo nella vita e nelle mille sfaccettature di Mox. Perché “Vita Facile”? <<Con la musica la mia vita è decisamente più facile>>.

Ascolta “Vita Facile” di Mox.

TRACK BY TRACK

VITA FACILE
“Dovrei, potrei, vorrei, ma, semmai, che lo sai che son solo dei sinonimi di MAI”
Abbandonare tutti gli stereotipi e il mito dell’iperproduttività per riprenderci e goderci il nostro tempo. Il personale messaggio che lascio a me stesso tutte le mattine sullo specchio del bagno, per ricordarmi come si faccia a vivere una vita piena e non una vita facile. Sì, ho uno specchio molto grande.

ULTIMO MAMBO A MILANO
“Sono felice se sei felice, ma questa non è la felicità”
Una notturna non-storia d’amore. Se nel film sulla vostravita che stai girando nella tuatesta sei arrivato a scegliere la password Wi-Fi del vostro appartamento, è molto probabile che nella realtàlei sia già uscita dal locale. È romantico perdere un’opportunità per proteggere la perfezione di una fantasia, ma è davvero meglio immaginarsi che viversi?

POESIA D’ACQUA
“Lei quella sete non la sente”
Il vero amore fa scrivere poesie. Questa l’ho scritta tanti anni fa, con tutto il mio cuore, per la ragazza di cui ho amato tutto, anche la sua malinconia.

ALLA FACCIA TUA
“Avere una donna o soltanto metà”
Quando una relazione finisce male rimangono rabbia e dubbi che offuscano anche il pensiero di ciò che di bello che c’è stato, e l’idea di tornare a sorridere è tanto lontana quanto terribile. Però tranquilli, prima o poi la nebbia si dirada.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.