Hostile: “Da Contaminazioni Diverse Nasce ‘Natante’, Racconto Di Giornate Estive”

Gli Hostile (Vittorio Saginario e Giancarlo Belgiorno) sono tornati a due anni dal disco d’esordio omonimo con il nuovo singolo “Natante” che anticipa il secondo lavoro in uscita entro la fine del 2021. Un racconto delle giornate in spiaggia dipinto con chitarre dal sapore esotico.

Prodotto da Davide Ferrario (Frigo Studio, Milano), “Natante” ha anche un video diretto da Roberto “Rup” Paolini del collettivo Carboluce. Un <<trattamento creativo che racconta l’opposto di ciò che diceva il testo del brano,
ribaltando l’atmosfera estiva con una malinconia autunnale e ironica>>
permettendo di dare così a “Natante” una doppia lettura: <<il tempo dell’amore vive nella gioia dell’incontro come nella separazione e nella perdita>>.

Ecco l’intervista agli Hostile!

Sono passati due anni dal vostro primo disco e ora siete tornati con “Natante”. Cosa è successo nella vostra vita personale in questo biennio?
Ovviamente abbiamo avuto poche possibilità di incontro vista la pandemia che ci ha di fatto reclusi in casa…
Però essendo dei malati mentali maniaci della musica la nostra attività non si è mai fermata e ci siamo scambiati le nostre idee, nuovi spunti musicali e le nostre registrazioni casalinghe grazie alla tecnologia che mai come in questo periodo ci è venuta in soccorso! Così è nata “Natante” e il nostro nuovo EP che sarà presto in uscita.


Il brano racconta veri e propri quadretti tipici delle giornate in spiaggia. Com’è stata la vostra estate?
Siamo stati insieme ovviamente e abbiamo ritrovato i nostri amici di sempre in un caldo abbraccio estivo!
L’attesa è stata lunga e grande la sofferenza per una vita lontano da tutti ma la gioia di riabbracciare i nostri cari e i nostri amici lo è stata molto di più… È stato meraviglioso anche poter finalmente assistere ad alcune esibizioni live…era ora!


Solare, molto orecchiabile e pop. Sarà davvero così il vostro prossimo progetto? In contrapposizione ai tempi duri che, speriamo, stanno pian piano passando?
Assolutamente! Ci sarà spazio per 5 o 6 brani e addirittura per una piccola chicca natalizia… Avevamo bisogno di un progetto che ci facesse respirare positività ed ottimismo e per una volta siamo riusciti a scrivere brani un po’ più pop e con molti accordi in maggiore.

Il disco del 2019 risentiva di influenze anni ’80 mentre “Natante” si direziona verso gli anni ’60s e l’indie rock. Ma qual è la vera natura degli Hostile?
La vera natura degli Hostile è il frutto di due artisti che hanno gusto e influenze affini ma che hanno avuto percorsi differenti. Vittorio è più ’80s e Giancarlo più ’60s…. La nostra musica spazia da contaminazioni diverse che hanno caratterizzato le nostre vite e quindi non vi dovrete stupire di ascoltare il singolo un po’ 60s e subito dopo un pezzo più decisamente 80s.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.