“Syntetico”, la centrifuga emozionale dei Lost Kids

Sei tracce raccontano sei fasi della vita dei Lost Kids, dal post-lockdown ad oggi in un crescendo di glitter, basi anni ’90, elettronica e pop che diventano un composto unico in un EP unico e dal gusto “Syntetico”.

Anticipato dai singoli “Cicatrici” e “Benzodiazepine”, il nuovo lavoro del duo romano è un concentrato di vita, di gusti, di pensieri che hanno segnato tutti durante il 2020, di libertà, voglia di riscatto e di solitudine, un angolo di Roma in cui sedersi e scrivere testi lasciandosi guidare dalla vaporwave ma anche dall’indie, suoni nuovi ma anche classici dell’hip hop e della musica urban. Chitarre e sintetizzatori si incontrano per stringersi la mano in un EP tanto semplice quanto complesso.

“Syntetico” esprime emozioni <<artificiali, complesse, influenzate in ogni modo dalle circostanze, insicure ma non per questo false>>, una centrifuga emozionale racchiusa in cinque tracce brevi, compatte e che sono <<più comprensibili per chi le ascolta piuttosto che per chi le esprime>>.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.