Ave Quasàr: “Salutiamo L’Ignoto Sentendoci Esploratori”

“Bene e Pace” è il nuovo singolo degli Ave Quasàr, progetto creato da Luca Grossi e Fausto Franchini che affonda le radici nella migliore elettronica tedesca e inglese degli anni zero ma anche nei dischi dei cantautori italiani anni ’60 e ’70 e delle divagazioni strumentali. Il brano è un flusso di coscienza psichedelico che parla di un amore disturbato dai media e dalla comunicazione ossessiva in chat.

Ecco la nostra intervista agli Ave Quasàr!

Come nasce il progetto? Come mai avete scelto il nome Ave Quasàr?

Il progetto nasce da una lunga amicizia e da diverse ore passate in studio insieme (www.flatscenario.com). Sono due parole che ci suggestionano. Salutare l’ignoto sentendosi esploratori. Potrebbe essere una visione.

“Bene e Pace” è il vostro nuovo singolo. Il titolo ricorda un po’ il saluto francescano “Pace e Bene” e “Guerra e Pace” di Tolstoj. Ci avevate pensato?

Sì ci abbiamo pensato dopo che l’abbiamo scritta. È incredibile come invertendo due parole cambi il livello di formalità. Bene & pace ci suona molto meno importante e culturalmente ingombrante ma comunque ci rimanda ad un significato certo, statuario, imponente e positivo. Ed era quello che volevamo.

“Bene e Pace” parla di un amore disturbato dai media e dalla comunicazione ossessiva in chat. Quanto sono deleteri i social in una storia d’amore ai giorni nostri?

I social sono un altro modo di comunicare. E questo nuovo modo ha i suoi nuovi tempi e le sue nuove regole. Aiuta a sbloccare certi meccanismi ma aiuta a bloccarsi di fronte a determinate emozioni che forse dovrebbero essere più libere, fisiologiche. Il nostro brano non vuole dare un giudizio, vuole descrivere una condizione mentale legata a questo modo di comunicare. Abbiamo cercato di farlo anche con il testo.

A parte l’elettronica, ben presente nel brano, ci sono cantautori italiani che stanno ispirando il vostro viaggio musicale?

Certo! Possiamo fare un elenco che va da Battiato a Fred Bongusto e arriva a voci nuove come Colapesce, Dimartino, Iosonouncane.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.