Carlo Mey Famularo: “Ispirato Dall’Amore: Nasce Tutto Da ‘Un Posto Al Sole'”

Il cantautore e musicista napoletano Carlo Mey Famularo – noto per essere l’interprete maschile della sigla della soap opera “Un Posto Al Sole”, in onda dal 1996 su Rai3 – pubblica il nuovo singolo “Donna Nera”, secondo estratto da “Cuba Cafè”, album in uscita nel 2021.

Prodotto e arrangiato da Max Marcolini (producer di Zucchero), “Donna Nera” mescola musicalità blues, afro e melodia Italiana e racconta dell’infanzia di Carlo vissuta in Venezuela e del rapporto con la sua bambinaia, Ines.

Ecco la nostra intervista a Carlo Mey Famularo!

“Donna Nera” è dedicato a Ines, una bambinaia che si è presa cura di te durante i tuoi anni d’infanzia vissuti a Caracas, in Venezuela. Cosa ricordi di quei giorni?

Giorni meravigliosi trascorsi in una terra magica… Ricordo tutto di quei giorni e dei miei amici di giochi. Già da ragazzino ho capito che non esistono differenze tra razze e colori… La mia bambinaia è stata la mia prima migliore amica e maestra di vita. Con lei ho iniziato ad ascoltare la musica in particolare mi è rimasto dentro il brano “Moliendo Cafè”.

Nel precedente singolo “Soul Cafè” usi la metafora del caffè per raccontare una storia d’amore. Quanto è importante l’amore per te? Secondo te come si vive il sentimento in Sudamerca rispetto all’Italia?

L’amore è il mio riferimento principale. Tutte le mie canzoni sono ispirate da storie d’amore, il loro svolgimento nel bene e nel male. L’amore vero provoca anche dolore vero. In Sudamerica credo che l’amore sa vissuto in maniera più naturale, senza pregiudizi, senza riserve e con più passione. La location geografica è fondamentale. Il sole, l’aria buona, il mare sono complici dell’amore.

Nel 1996 esordiva su Rai3 “Un Posto Al Sole” la cui canzone portante è interpretata da te insieme a Monica Sarnelli. Oggi, a venticinque anni di distanza, cosa ti rimane nel cuore di quell’esperienza? Te lo aspettavi un successo così grande della canzone e della serie?

Nasce tutto nel 1996 mentre preparavo il mio primo album “Spiritonero” con Antonio Annona producer di Pino Daniele. L’album aveva 8 brani tra cui ‘Un Posto Al Sole’ che poi fu scelto dalla Rai come sigla del programma. Ho un ricordo meraviglioso di quel periodo perché iniziavo la mia storia da cantautore (con il prossimo, 6 album pubblicati). Ho capito che questa canzone era diventata famosa nel mondo quando l’anno scorso a New York in un teatro 2000 persone la cantavano con me conoscendone tutte le parole. Una grande emozione.

Max Marcolini è il produttore di Zucchero ma anche di “Donna Nera”. Come vi siete conosciuti?

È stato un incontro fondamentale. Ci siamo conosciuti alla presentazione dell’album “D.O.C.” di Zucchero a Milano. Ha ascoltato la mia musica e insieme abbiamo iniziato il progetto “Cuba Cafè”, album che uscirà nel 2021 e che contiene “Soul Cafè” e “Donna Nera”. Ci sarà anche una versione caraibica di ‘Un Posto Al Sole’ cantata con una cantante nota italiana che per scaramanzia non faccio il nome.

“Cuba Cafè” è il titolo del nuovo album in uscita nel 2021. Cosa dobbiamo aspettarci dal nuovo lavoro?

Un album cono sonorità afro/soul/pop senza dimenticare il mio fondamento della musica italiana: la melodia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.