Marco Furio Forieri: “Una Lezione ‘Col Bastone’ A Tutti I Sopraffattori”

<<Non mi rassegnerò, no no no. Io vorrei darti una lezione col bastone>> canta così canta la voce di Marco Furio Forieri nel suo nuovo singolo dal titolo “Col Bastone” che mischia sonorità funky all’elettronica.

Dal 1998 al 2002 in formazione con i Pitura Freska per poi fondare e pubblicare 12 album con gli Ska-J. Nel 2016 esordisce da solista con “Furiology”. Ironico e moderno, come il video di “Col Bastone”, parodia del film cult di Stanley Kubrick “Arancia Meccanica”.

Ecco la nostra intervista a Marco Furio Forieri!

Ciao Marco! Come nasce “Col Bastone”? A chi vorresti ‘dare una lezione col bastone’?

Vorrei dare una lezione a tutti i sopraffattori. Ognuno ha qualcuno a cui vorrebbe dare una lezione, nell’ambiente di lavoro, nella politica, nella società, a scuola, nello sport, per tutti i bulletti che “coviddi non ce n’è”

“Col Bastone” si muove verso ritmi più funky e meno reggae. I tuoi prossimi brani saranno in questa direzione?

Non ho una direzione precisa. Ho vinto la mia prima partecipazione ad Arezzo Wave con un gruppo funk (Zoo Zabumba), il festival della canzone veneziana con un gruppo che suonava calypso (Apocalypso) ma sono più noto per i Pitura Freska e Ska-J con sonorità afro-jamaicane. Ho anche scritto per l’Orchestra Casadei un pezzo liscio, dunque come vedi non ho pregiudiziali su che musica suonare.

In questo momento storico, quanto ti senti Alex DeLarge di Arancia Meccanica?

In verità mi sento Alex da quando ho letto il libro di Anthony Burgess cioè da una quarantina di anni. In questo momento storico forse e meglio restare tranquilli e riparati per non confondersi con i negazionisti di tutte le fedi e partiti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.