“Udine”, viaggio nel disagio interiore di Cigno

Cigno è tornato con un nuovo brano psychedelic pop dal sapore 80’s che parla di un viaggio verso “Udine”, una città che prende le caratteristiche del proprio disagio interiore.

Il ritornello registrato su note audio prende vita in studio solo pochi mesi fa, quando Cigno decide di tirar fuori la canzone, realizzandola e ultimandola. La paura di diventare singola entità e la consapevolezza di essersi diluiti inesorabilmente all’interno di un’altra persona fanno da cornice al contesto, rendendo l’amore un’ecografia di due settimane in bianco e nero, con una lucina bianca che lampeggia veloce.

Afferma Cigno che Udine <<è solo un’idea, una moschea lontana, utile alla mia solitudine>>.

Ascolta “Udine” di Cigno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.