Maestro Pellegrini: “Ispirato da Damon Albarn: In ‘Fragile’ Affronto Le Mie Paure”

Francesco ‘Maestro’ Pellegrini inizia la sua carriera con i Criminal Jokers, insieme a Motta e attualmente suona in pianta stabile negli Zen Circus. Ha suonato e collaborato con artisti come Nada, Enrico Gabrielli, Dardust, Motta, Bobo Rondelli, Appino, Il Pan Del Diavolo.

Comincia a lavorare al suo primo disco solista nella primavera del 2018: “Fragile vol. 1” arriva a luglio 2020 seguito due mesi dopo da “Fragile vol. 2”.

Ecco l’intervista al Maestro Pellegrini sui due volumi di “Fragile”, Sanremo e tour!

Ciao Francesco! Posso chiederti da dove nasce la necessità di pubblicare materiale da solista?

La componente creativa è sempre stata una caratteristica della mia identità artistica e scrivere versi in italiano è sempre stata un’ossessione più che una necessità, ho quaderni interi pieni di parole che credo di aver tenuto ‘chiusi in un cassetto’ come dico in “A volte ti capisco” già per troppo tempo. Semplicemente un paio d’anni fa ho capito che o lo facevo subito o non lo facevo più, diciamo che sono pigro di Natura.

Hai iniziato la tua carriera nei Criminal Jokers, hai poi collaborato con Nada e con altri artisti – Il Pan Del Diavolo, Dardust, Enrico Gabrielli e Bobo Rondelli. Dal 2016 sei negli Zen Circus. Come ti trovi nel circuito rock indipendente italiano attuale?

Scelgo ogni giorno di fare il mestiere del musicista e lo faccio proprio perché nel mio ambiente lavorativo sono circondato da persone che reputo più fratelli che colleghi, se non fosse così farei un altro lavoro. 

La tua carriera però inizia nel 2005 con i The Walrus, il cui nome si ispira al brano “I Am The Walrus” dei Beatles. Ci sono i Fab Four tra le tue ispirazioni? E poi chi altro?

Sicuramente i Fab Four sono nella lista dei miei artisti di riferimento ma il disco che più ha ispirato questo mio primo lavoro solista è “Everyday Robots” di Damon Albarn, adoro tutte le sue produzioni e credo che sia un artista geniale e per me di geni ne nascono 2/3 a secolo.

Nel 2019 con gli Zen Circus sei salito sul palco di Sanremo con “L’Amore È Una Dittatura”. Qual è la prima immagine che ti ritorna in mente di quell’esperienza?

Salire sul palco di San Remo è stata un’emozione fortissima, noi eravamo una band in quel caso e non un cantante solista, la condivisione ci ha aiutato molto e ci siamo divertiti.

“Fragile, Vol. 1” vede i featuring di Appino, Giorgio Canali e Lodo Guenzi. Nel secondo volume invece sei da solo, perché?

Ho inserito nel mio disco gli artisti a cui sono più legato, l’idea di dividerlo in due volumi è stata partorita da me e Black Candy produzioni durante il lockdown ma il lavoro si completerà il 30 Ottobre quando i due volumi si accorperanno, in un unico disco fisico che verrà distribuito nei negozi, e si aggiungerà una nona traccia con un altro feat. 

Parliamo invece di “Fragile, Vol. 2”. Come sono nate le 4 canzoni? Che periodo era della tua vita?

Ogni canzone racchiude un’idea, un significato e un’emozione, sono tutte nate in un momento nel quale mi sono guardato dentro e ho capito che per crescere dovevo affrontare le mie paure ed esorcizzare con le canzoni delle esperienze che mi avevano in qualche modo segnato.

La fragilità della condizione umana è sempre stato un argomento centrale in molte culture. “Fragile” è un racconto delle fragilità umane oppure della tua fragilità come uomo e artista?

Sono un uomo prima che un’artista quindi sicuramente parlo anche della fragilità umana, è vero però che nel mio disco io parto sempre da un punto di vista personale, racconto la mia vita, le mie storie, le nostre fragilità e la vita dei musicisti.

Non c’è due senza tre. Ci sarà un terzo EP di “Fragile”? Porterai in tour questi brani?

Non ci sarà un terzo volume ma una nuova traccia che verrà inserita nel disco fisico che uscirà il 30 Ottobre nei negozi, attualmente sto scrivendo il mio secondo disco che non so quando uscirà.
Sono attualmente in tour acustico e queste sono le prossime date..
il calendario è in aggiornamento  

29/9 Roma – Effimera 
8/10 Darfo Boario Terme (BS) – Circus Mad Hops
16/10 Bergamo- link club
29/10 Milano – Circolo Arci Bellezza w Lucio Leoni 
30/10 Firenze – Limonaia di villa Strozzi 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.