RadioLondra: “Raccontiamo Le Cose Per Come Sono, Anche Se A Volte Amare”

Carlo Rinaldini, Francesco Picciano e Marco Biagiotti sono i RadioLondra, band che ha da poco pubblicato il nuovo singolo “Weekend”.

Il gruppo arriva nel 2010 e 2011 tra i 16 finalisti di Musicultura e nel 2018 esce il primo disco ufficiale “Slurp”. Lo scorso aprile i RadioLondra hanno pubblicato il singolo “Vita” prima del brano pop estivo “Weekend”.

Ecco l’intervista ai RadioLondra tra passato, il nuovo singolo “Weekend” e progetti futuri!

______________________________________________________________________________________________

Ciao ragazzi! Partiamo dall’inizio, come nasce il nome RadioLondra?

Ciao raga, che bello parlare con voi! Allora, ci è sempre piaciuta l’idea della musica autentica, verace…hai presente quel film “I love Radio Rock”? … volevamo essere una voce libera da schemi, da temi di cui parlare per forza, cliché….
In Romagna d’estate “si fa la stagione” ed una sera tardi ci siamo visti per cazzeggiare e per trovare un nome a questa roba che stava nascendo… dopo aver sparato mille nomi a caso, abbiamo pensato a Radio Londra, la radio libera che dava gli annunci durante la seconda guerra mondiale, che teneva alto il morale della popolazione senza rinunciare a raccontare la verità, spesso dura e cruda…abbiamo solo attaccato le due parole!

Il nuovo singolo “Weekend” è un brano pop romantico che narra la fine di un rapporto. Narcos, viaggi, discorsi sul futuro… la canzone nasce da un avvenimento reale oppure è semplicemente una riflessione sull’amore?

Diciamo che le nostre canzoni nascono sempre da qualcosa che viviamo, a volte magari non in prima persona, a volte leggendo o ascoltando un amico…da lì parte la storia che raccontiamo.

“Weekend” è così… Noi partiamo sempre da un punto: vogliamo raccontare le cose per come sono, anche se a volte amare. L’amore anche il più intenso e vero ha i suoi momenti difficili che solo se si guarda “più in là” si superano. Il tempo che passa spesso spegne la fiamma e tutto diventa scontato… “Weekend” canta della nostalgia di un amore che supera tutto!

Nel 2010 e 2011 siete arrivati tra i 16 finalisti di Musicultura. Cosa vi ha lasciato quell’esperienza? Oggi rifareste un concorso musicale? Se sì, quale?

Subito dopo quel periodo abbiamo anche pubblicato il primo album auto-prodotto nel 2011, dal titolo “Quello che c’è” che conteneva le due canzoni di Musicultura: quindi da quei risultati è venuta fuori un’esperienza bellissima, di grande crescita, abbiamo imparato a scrivere le nostre canzoni con una certa sicurezza, certi che nell’essere se stessi sta la vera autenticità.

Oggi lo rifaremmo se l’attenzione del concorso/festival fosse più orientata sulla promozione della musica che sulla competizione… gli artisti ai margini della prima linea delle radio, dei live, etc… hanno bisogno di ritrovare spazi per farsi sentire davvero.

Durante il lockdown avete scritto canzoni? Quando potremo ascoltare un nuovo album?

Oh sì che le abbiamo scritte, in realtà agli inizi della quarantena stavamo preparando l’uscita di “Vita” il primo singolo.
L’album arriverà presto, le canzoni spingono e vogliono essere liberate.
Abbiamo prima bisogno di trovare gli spazi giusti per farle ascoltare dalla gente, c’è bisogno di ripartire!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.