Ale Anguissola: “Sono Emotivo e Razionale: Esprimo Quello Che Sento”

Ale Anguissola (Alessandro Anguissola d’Altoè) si descrive come “un folle”: dopo essersi laureato in Italia e poi in America diventa CEO di varie società ma non abbandona mai la sua profonda passione per la musica.

L’artista prova ad andare oltre e pubblica “Penso Che Ti Penso”, prodotto da Gigi De Rienzo, e impreziosito dalla presenza della cantante brasiliana Ana Flora. Il video del brano è girato tra Cuba e l’Italia e vede la partecipazione straordinaria della modella Delia Duran.

Di seguito l’intervista ad Ale Anguissola sulla sua straordinaria storia di vita, sul singolo e video “Penso Che Ti Penso” e sul rapporto con il Sudamerica.

Dopo gli studi sei diventato CEO per diverse società ma non hai mai smesso di dedicarti alla musica. Come riesci a far convivere le tue due anime, di musicista e uomo d’azienda?

Perché fa parte della nostra natura essere un po’ razionali e un po’ emotivi…faccio quello che devo nella misura in cui poi ho la possibilità di esprimere quello che sento, è il bilanciamento giusto tra questi due aspetti a rendere completo un individuo.

“Penso Che Ti penso” è prodotto da Gigi De Rienzo, al lavoro in passato con Edoardo Bennato e Pino Daniele, due anime napoletane. Da sempre il sound latino è vicino alle sonorità napoletane. Qual è la tua relazione con la città di Napoli?

Quello di adoratore! Napoli è una città meravigliosa, per influenze e per la capacità di rielaborare nel sound italiano le influenze che provengono da tutto il mondo, è un crocevia di culture e atmosfere! Napoli è una piccola capitale d’Europa e del mondo, ma soprattutto è una capitale traboccante di bellezza.
Tutti i brani su cui sto lavorando sono stati prodotti in uno studio di registrazione a Napoli, ed era meraviglioso uscire tra una sessione e lìaltra e affacciarsi su quello splendido mare.

Nel brano c’è la partecipazione della cantante brasiliana Ana Flora, come siete entrati in contatto?

La collaborazione con Ana Flora è stata quasi naturale…ci conoscevamo da tempo. Le atmosfere che avevo in mente per questo brano, che richiamano la musica brasiliana, si sposavano perfettamente con la sua calda voce.

Sei molto legato al Sudamerica e alla sua musica, se potessi scegliere di vivere fuori dall’Italia dove vivresti e perché?

Direi sicuramente in Brasile, sono molto legato a questa terra! Sono comunque consapevole del fatto che, se dovessi vivere lì, probabilmente perderei quella magia che nasce dalla distanza, ma diventerei più consapevole di tutte quelle contraddizioni caratteristiche di questo paese (come di ogni paese) che sfuggono all’occhio anche del turista più navigato.

Sei al lavoro su nuovi brani? Che sound avranno?

Si, e spero di poterveli far ascoltare molto presto! Il mio prossimo singolo avrà un sound più “giovane” per quanto riguarda la scelta degli strumenti…si passa dalla dimensione acustica ad una più elettronica!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.