Joe Sal ispirato dalla decadenza milanese nel nuovo singolo “Beautiful Light”

Giorgio Salati in arte Joe Sal pubblica il nuovo singolo “Beautiful Light”, una canzone in inglese che si muove fra armonie e dissonanze, ritmi incalzanti e tempi dispari.

“Beautiful Light” attinge a piene mani alla passione di Joe per Jeff Buckley, Stevie Wonder, Led Zeppelin. Il brano è stato scritto in realtà nel 2012, in seguito a un servizio fotografico fra luoghi decadenti di Milano, che lo hanno particolarmente ispirato.

“Ho scritto questa canzone nel periodo in cui stavo facendo le foto per il mio progetto solista insieme al fotografo Markus Sottocorona. L’idea era di scegliere come scenari luoghi decadenti di Milano e in cui fosse anche proibito accedere. Una di queste location era una cascina mezza crollata nel quartiere di Chiaravalle, recentemente demolita e che ora non esiste più. Abbiamo scattato delle foto in quella che doveva essere la vecchia stalla. Era molto buia e completamente invasa dai rampicanti. Sul soffitto vi erano della specie di finestrelle quadrate da cui filtrava la luce. L’atmosfera era affascinante e spettrale, e rispecchiava esattamente ciò che sentivo dentro in quel periodo.  Mentre scattavamo quelle foto, immaginavo che la mia mente fosse esattamente come quella cascina diroccata: buia e decadente all’interno, con un buco per far entrare la luce, una luce liquida che cola all’interno, in un eterno gioco di armonie e contrasti. Così è nata la canzone.”

Ascolta “Beautiful Light” di Joe Sal.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.