Veronica Perseo: “In ‘Vivere A Metà’ Canto L’Amore Per Me Stessa”

“Vivere A Metà” è il primo singolo della cantautrice e pianista cagliaritana classe ’95 Veronica Perseo. L’artista – vincitrice di “Tali E Quali 2019” come Lady Gaga con un’emozionante versione di “Shallow” – racconta nel singolo una storia d’amore difficile e complicata, nella quale felicità e tristezza si alternano quotidianamente fino a determinare una dolorosa ma necessaria rottura.

Il video di “Vivere A Metà” è girato da Lorenzo Catapano, le immagini raccontano i sentimenti contrastanti provati da Veronica.

Tali e Quali, Sanremo e il nuovo singolo “Vivere A Metà”: ecco l’intervista a Veronica Perseo!

Veronica Perseo copertina "Vivere a metà"

Nel video di “Vivere a Metà” hai voluto raccontare una storia d’amore caratterizzata da un continuo alternarsi di momenti felici e momenti di grande tristezza.

Come nasce il brano? E quanto c’è di autobiografico?

“Vivere a metà” è nata un pomeriggio mentre suonavo il piano e, ripensando ad una difficile storia d’amore che stavo attraversando, sono stata colta dall’ispirazione e dopo qualche ora avevo già la canzone al completo.

Per me è stata “catartica”, sono riuscita a lasciarmi questa relazione alle spalle e ad andare avanti e ho scelto di condividerla con il pubblico sperando che potesse aiutare anche altri. Il messaggio è quello di amare se stessi prima di ogni altra cosa, e di imparare sempre dalle esperienze che viviamo (“capisco che amarti non è stato un errore”).

Nel 2018 sei salita sul palco dell’Ariston per un flash mob a tinte rosa con Michelle Hunziker ma in un prossimo futuro ti vedresti in gara a Sanremo? E chi sceglieresti al tuo fianco nella serata dei duetti?

Mi piacerebbe tantissimo, sarebbe il mio più grande sogno cantare a Sanremo. Mi accontenterei di iniziare con Sanremo Giovani, ma se dovessi sognare in grande nella serata dei duetti sceglierei assolutamente Ultimo.

“Tali e Quali” è stato il tuo trampolino di lancio e grazie alla vittoria sei diventata la “Lady Gaga italiana” con una esibizione a dir poco magnifica di “Shallow”.

Come mai hai scelto proprio Lady Gaga e cosa rappresenta l’artista per te?

Ho scelto Lady Gaga perchè è sempre stata un mito sin dall’adolescenza, per i suoi valori e i messaggi che trasmette nella sua musica.

– Ricordi la prima canzone che hai suonato e cantato in assoluto?

“La solitudine”, ancora prima di parlare iniziavo a canticchiarla. Non lo dimenticherò mai.. Mia madre ascoltava Laura quando io ero nella sua pancia.

Cosa c’è nel tuo futuro? Quando possiamo aspettarci il tuo primo album di inediti?

Nel mio futuro c’è il grande sogno di riempire arene, palasport e vedere un pubblico che canta insieme a me ed emozionandosi con me.
Ma nel mio piccolo in arrivo una canzone estiva che ho voluto realizzare per divertirmi musicalmente, e altri singoli che poi raccoglierò in un album più avanti, a seconda di come si svolgeranno gli eventi.

Procedo per ora giorno per giorno!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.