Decreto Rilancio: voucher concerti esteso a 18 mesi

Firenze Rocks 2019 - Foto di Francesco Prandoni
Firenze Rocks 2019 – Foto di Francesco Prandoni

Sarebbe dovuto arrivare a metà aprile poi, tra slittamenti, tamponi, test sierologici e situazione calmierata dell’epidemia da Coronavirus, finalmente nella serata di mercoledì 13 maggio è arrivato il Decreto Rilancio.

Il “rilancio” dell’economia questa volta prevede anche il settore dello spettacolo, quella branca che “tanto ci fa divertire” come afferma il Premier Giuseppe Conte. E allora tra i sempre più concerti ed eventi sospesi fa capolino la novità sul voucher.

Voucher sì, voucher no

Il voucher è un rimborso del concerto annullato/sospeso a causa dell’emergenza sanitaria di pari importo al titolo di acquisto (es. se avete comprato un biglietto per un concerto del valore di 50 €, avrete un voucher da spendere del valore di 50 €). Non ci sono obblighi formali di rimborso e questa misura non prevede alcuna forma di accettazione da parte del destinatario.

La novità è che finora il voucher ha avuto valenza di 12 mesi mentre con il Decreto Rilancio la sua validità è estesa a 18 mesi.

Indennità per i lavoratori dello spettacolo

Inoltre nel nuovo DL è prevista anche un’indennità di 600 € (aprile e maggio) per i lavoratori dello spettacolo, requisito minimo è aver maturato almeno sette giorni di contributi nel 2019. Per quanto riguarda le piccole imprese che hanno un fatturato entro i 5 milioni è previsto un intervento a fondo perduto; per le imprese che hanno un fatturato fino a 250 milioni è prevista la cancellazione dell’IRAP con il rinvio a settembre dei tributi.

I concerti, intanto, sono giornalmente rinviati o annullati ed è ormai assodato che la stagione estiva non ci sarà. Ma da settembre?…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.