Maneskin, ultimo viaggio nell’Altra Dimensione

Maneskin dal vivo al Carroponte 14 settembre 2019
Maneskin – Foto di Fabio Izzo

Lo ammetto, vedere dal vivo i Maneskin mi incuriosiva e non poco.

Ero curioso, ad esempio, di vedere come se la sarebbero cavati i quattro giovani romani una volta usciti dal frullatore di X Factor; ma anche di capire quale fosse il segreto di tanto successo e se fossero vere le voci arrivatemi da più parte che il pubblico più scatenato non fosse tanto quello delle teen agers quanto quelle delle mamme.

E per ottenere quest’ultima risposta, per capire cioè che l’accompagnare le figlie e i figli al concerto era soltanto un mero pretesto per parteciparvi in prima persona, è bastato soltanto l’ingresso sul palco di Damiano e compagni e il relativo corollario di urla intergenerazionali.

Maneskin dal vivo al Carroponte 14 settembre 2019
Maneskin – Foto di Fabio Izzo

Il resto del concerto, invece, mi è servito per avere soddisfacimento degli altri due quesiti che mi avevano spinto a recarmi al Carroponte per la tappa conclusiva del fortunato tour legato al disco “Il Ballo Della Vita”, lavoro di debutto della band seconda classificata dell’edizione 2017 del talent musicale made in Sky. Perché, va detto, i quattro sul palco ci sanno fare eccome, soprattutto alla voce presenza scenica: i Maneskin ballano, saltano, percorrono in lungo e in largo tutto lo stage, muovendosi come rockstar consumate malgrado la giovanissima età e invitando il pubblico (troppo) preso con selfie e video a effimero uso e consumo social a fare altrettanto godendosi appieno il concerto.

Un’ora e venti piena di musica, in cui i quattro musicisti pescano a piene mani non solo dalle canzoni del disco ma anche dalle tante cover eseguite nel loro percorso quasi vincente a X Factor: e quindi vai con “Beggin'”, con la combo Killers/Franz Ferdinand (“Somebody told me” e “Take me out”) e con l’aggressiva versione di “Breezeblocks” degli Alt-J. Tanta la voglia di divertirsi, di coinvolgere il pubblico nel gran ballo della vita ma anche di rispondere coi fatti (e con una canzone, Lasciami stare) ai tanti haters che in un modo o nell’altro hanno provato ad ostacolare il cammino.

Maneskin dal vivo al Carroponte 14 settembre 2019
Maneskin – Foto di Fabio Izzo

Il Carroponte, come del resto tutte le date del tour, ha detto che sin qui ad avere ragione sono stati loro, quattro ragazzi partiti da Roma alla ricerca di un loro posto al sole nella musica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.