X Factor 13: prima puntata di audizioni

La prima puntata delle Auditions di X Factor 13

Settembre, tempo di ritorno alla vita di tutti i giorni dopo le ferie e tempo di ritorno alle vecchie abitudini. Come quelle di mettersi sul divano, accendere la televisione e cominciare a seguire una nuova avventura griffata X Factor. E se negli ultimi anni il talent corazzata dell’ammiraglio Cattelan è sembrato accusare un po’ di stanchezza, l’edizione numero 13 si presenta all’insegna di tante novità: la giuria in primis, cambiata per trequarti con la sola Mara Maionchi rimasta fra i “veterani” affiancata da Samuel, Malika Ayane e Sfera Ebbasta.

E proprio attorno a loro tre girava il maggior “hype” della nuova X Factor, soprattutto per quanto concerne il trapper milanese, finito suo malgrado nel tritacarne mediatico dopo i tragici fatti di Corinaldo dello scorso dicembre. Promozione a pieni voti per lui, come attestano i tanti commenti positivi sui social anche e soprattutto da parte di “haters pentiti” che nello spazio di poche esibizioni hanno rivisto il loro (pre)giudizio.

Booda - Foto di X Factor Italia
Booda – Foto di X Factor Italia

Molto a suo agio Malika Ayane, brava a mixare mannaia contro qualche concorrente dall’eccessiva tendenza alla sovrastima di un talento inesistente accompagnato da supponenza ad esso inversamente proporzionale e carezze a chi se le merita; più impacciato Samuel, non aiutato dalla circostanza di essere spesso nello scomodo ruolo di ago della bilancia fra il dare il fatidico quarto sì che manda il concorrente direttamente ai bootcamp (altra novità di questa stagione) e aprire il semaforo giallo che significa vai avanti ma prima ti voglio risentire.

Miryam - Foto di X Factor Italia
Miryam – Foto di X Factor Italia

Intanto si sono viste le prime proposte interessanti, sebbene poche vere novità. A colpire sono soprattutto l’inedito della sedicenne Kimono, la voce della bergamasca di origine marocchina Maryam, il coraggio di Renato Torre che affronta senza timore l’idea molte volte rivelatasi suicida di portare una canzone di uno dei giudici, la carica dei Booda e la sorpresa Salvatore, che dietro l’aura auto-inflitta dello sfigato, cela gran voce e ottima vena autorale.

Giovedì prossimo seconda tornata di audizioni. La caccia all’erede di Anastasio sul trono di X Factor non è che ai primissimi passi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.