Addio Mark David Hollis (Talk Talk): il saluto di manager e amici del mondo della musica

Mark David Hollis ricordato sui social da amici, manager e mondo della musica

Mark David Hollis, cantante britannico dei Talk Talk, è scomparso lunedì 25 febbraio 2019 a 64 anni in seguito ad una breve malattia. Il manager di Hollis, Keith Aspden, ha confermato la notizia a NPR:

“Non posso dirvi quanto Mark abbia influenzato e cambiato le mie percezioni su arte e musica. Sono grato per il tempo che ho trascorso con lui e per la dolce bellezza che ha condiviso con noi”.

Hollis ha regalato alla storia della musica hit come “It’s My Life”, “Talk Talk”, “Such A Shame” e “Life’s What You Make It”.
Anthony Costello lo ha definito su Twitter un’icona musicale indefinibile.

MARK HOLLIS – 10 CANZONI PER RICORDARE IL LEADER DEI TALK TALK

Il bassista dei Talk Talk, Paul Webb, in arte Rustin Man, ha reso omaggio a Hollis su Instagram così:

“Sono molto scioccato e rattristato nel sentire la notizia della scomparsa di Mark Hollis. Musicalmente era un genio ed è stato un onore e un privilegio essere stato in una band con lui. Non ho visto Mark per molti anni ma come molti musicisti della nostra generazione sono stato profondamente influenzato dalle sue idee musicali pionieristiche “.

Nel 1998 Mark David Hollis pubblicò il suo primo, unico ed eponimo album solista ritirandosi poi dall’industria musicale. Il suo ultimo brano è stato creato per il TV drama “Boss” del 2011. Mark Hollis ha influenzato innumerevoli band e musicisti degli anni ’90 e ’00 come Blur, Elbow, Broken Social Scene, Doves e Mansun che hanno ricordato sui social il leader dei Talk Talk.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.