ALICE MERTON: la recensione di “Mint” (2019)

NOME

Alice Merton

GENERE

Pop-Rock

ESORDIO

Noo Roots EP (2017)

ULTIMO ALBUM

Mint (2019)

COPERTINA

copertina album Alice Merton "Mint"

ELENCO CANZONI

Learn to live
2 kids
No roots
Funny business
Homesick
Lash out
Speak your mind
I don’t hold a grudge
Honeymoon heartbreak
Trouble in paradise
Why so serious

VIDEO/SINGOLI DALL’ALBUM


PUNTO DI VISTA

Dopo il successo planetario del singolo “No Roots” – divenuto colonna sonora di diversi spot, serie tv e film – la cantautrice anglo-tedesca Alice Merton ha finalmente pubblicato il suo attesissimo album di debutto dal titolo “Mint”.

“Alcune canzoni parlano del crescere, del lungo girare ma molte altre raccontano le difficoltà che abbiamo avuto iniziando con la label, quando ci si trova a dimostrare a tutti quanto vali”  Alice Merton fonda infatti la Paper Plane Records Int. insieme al suo migliore amico e manager Paul Grauwinkel e crea canzoni a fianco del coautore e produttore Nicolas Rebscher: è così che nasce “Mint”. Dopo l’iniziale scetticismo da parte di molti discografici riguardo proprio “No Roots”, si sono dovuti ricredere dopo che è diventato Disco di Platino in sette paesi vendendo oltre 1 milione di copie e con più di 300 milioni di stream.
Un vero e proprio record!

Alice Merton annuncia l'album di debutto "Mint" per il 18 gennaio 2019

Lo scheletro delle 11 tracce di “Mint” è l’incalzante groove di basso che fa vibrare l’anima degli ascoltatori e perfettamente si mixa all’elegante falsetto e dolcezza della voce di Alice. “I Wanna Learn How To Live” – così Alice inizia il suo viaggio musicale con “Learn To Live”: una semplice ragazza si ritrova all’improvviso in un vortice di successo. Storie di coraggio e amore fraterno (“2 Kids”) camminano a braccetto con i drammi esistenziali di Alice che si argomenta su cosa fare quando il music business attende solo di divorarti (“Funny Business”): la soluzione è scrivere una canzone per prenderlo in giro e “Trust Me” che risuona nel brano come un mantra è la frase che più di tutte l’artista si è sentita dire dai discografici e manager. Ma lei guarda avanti e continua il suo percorso.

Gli affetti più importanti sono onnipresenti nel cuore della cantante (“Homesick”) così come lo sono falsetti e riff di chitarra nella hit “Lash Out”. Dobbiamo attendere sette tracce per ascoltare la prima vera ballad del disco: si tratta di “Speak Your Mind”, una nostalgia penetrante dai toni in bianco e nero anni ’70 passando poi per “Honeymoon Heartbreak” in cui lo spettro di Lana Del Rey è ben presente. Mentre il basso continua a tirare le fila di questo “Mint”, prima con la super hit “No Roots” e poi con “Trouble In Paradise”, Alice racconta qualche segreto del suo passato. In “I Don’t Hold A Grudge” la cantante di Francoforte Sul Meno afferma di non portare rancore a un vecchio amico che l’ha ignorata per molto tempo.
“Mint” si chiude con un’ultima dedica all’industria discografica. “Why So Serious” canta Alice a se stessa e a tutti quei volti dello showbiz che la accerchiano e le sono falsamente amici quando lei vuole solo suonare e donare gioia al suo pubblico.

Alice Merton pubblicherà il 18 gennaio 2019 l'album di debutto "Mint"

Quasi due anni di gestazione per un album di debutto che raramente capita di ascoltare per completezza sonora e semplicità musicale, una voce, quella di Alice Merton, che fa nettamente la differenza con almeno 3/4 delle sue colleghe nel mondo musicale da molti più anni di lei – ad esempio la sopra citata Lana Del Rey. L’artista diverte e racconta il suo ingresso nel mondo musicale, le paure, le mancanze, il divertimento e tutto quello che hanno reso Alice Merton una delle stelle nascenti più luminose dell’attuale panorama pop/rock mondiale.

VOTO: 8,5

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.