Mr Everett, tre umani e un cyborg sul palco del Circolo Ohibò per la Milano Music Week

Mr. Everett dal vivo al Circolo Ohibò di Milano

Tre umani con maschere da animali – Mr Fox, Mr Bear e Mr Owl, quest’ultimo voce e frontman – e un cyborg, Rupert, sceso dalla terra chissà da quale pianeta che, per tutta la durata del live, si muove sul palco e non solo: perché lo showcase con cui i Mr Everett, progetto elettronico made in Bologna, si sono presentati al pubblico dell’Arci Ohibò di Milano lo scorso 25 novembre travalica i canoni classici del concerto per abbracciare quelli della performance a tutto tondo.

Musica, ma anche video e visual, oltre all’interazione diretta di Rupert con il pubblico in sala hanno accompagnato lo scorrere dei brani che compongono “Umanimal”, il lavoro discografico della band. Che si è svelata anche con una serie di illustrazioni e tavole, esposte nei locali del circolo milanese, porta d’ingresso al mondo Mr Everett. Un mondo in cui chi ha assistito all’ora di performance è stato catapultato appieno, finito inghiottito in una sorta di altra dimensione e catturato nell’evoluzione psicologica del cyborg, dal primo risveglio una volta attivate le funzioni vitali fino alla conclusione e alla fusione delle sue due realtà, umana – quella incarnata dalla voce di Mr Owl ma anche dalle espressioni che variavano dal felice al broncio grazie a un complesso e affascinante casco a led – e artificiale. E proprio l’elemento del cyborg è stato quello che più di tutti ha contraddistinto la serata: nel suo interagire con il pubblico, fra fumi e luci catatoniche, ha prodotto la fusione in un unico abbraccio fra quest’ultimo e la band sul palco. Anzi, le persone sono diventate esse stesse attori principali, potendo la possibilità di toccare la complessa armatura dotata di sensori che producevano suoni.

“L’interazione fisica tra il cyborg Rupert e il pubblico è uno degli elementi più forti e coinvolgenti della performance” si legge sulla pagina Facebook del gruppo. E mai parole potevano essere più vere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.