Romaeuropa Festival 2018: al via mercoledì 19 settembre con la prima italiana di “Kirina”

Il 19 settembre prima nazionale di "Kirina" al Teatro Argentina a Roma per Romaeuropa Festival 2018

Kirina – Foto di Philippe Magoni

Romaeuropa Festival aprirà i battenti mercoledì 19 settembre con la prima italiana di Kirina, lo spettacolo firmato dal coreografo burkinabé Serge-Aimé Coulibaly, la cantate maliana, icona della musica mondiale, Rokia Traoré e lo studioso e scrittore Felwine Sarr al Teatro Argentina (in replica fino al 22), percorso tra i mondi che anima questa edizione del festival il cui titolo è Between Worlds.

Il Direttore Generale e Artistico della Fondazione Romaeuropa Fabrizio Grifasi afferma:

“Kirina ci introduce ai temi e ai percorsi che saranno affrontati durante Romaeuropa Festival 2018, un Festival Mondo che fisicamente intercetta e convoglia pensieri e progetti, incrocia temi e questioni al cuore del nostro vivere come modalità di libero sviluppo della ricerca artistica, sovrapponendo le generazioni ed eleggendo le contraddizioni e le diversità al cuore del proprio operare come pratica di racconto del presente attraverso le opere degli artisti che riteniamo significativi. L’essenza stessa della nostra missione si colloca in questo spazio ‘in between’, luogo di mediazioni e riconciliazioni tra opposti, ambito di riflessioni e accoglienza”.

Il festival proseguirà poi fino al 25 novembre con live, documentari, spettacoli teatrali, racconti e molto altro – leggi qui il programma di Romaeuropa e guarda di seguito il trailer.

 

 

KIRINA

Nasce dall’energia di una crew d’eccezione composta da Serge-Aimé Coulibaly, Rokia Traoré e Felwine Sarr, Kirina, opera africana per 9 danzatori, 1 attore, 4 musicisti, 2 cantanti e 40 figuranti (selezionati, per le repliche romane, tra gli studenti dell’Accademia Nazionale di Danza). Kirina incontra mitologia africana e cultura occidentale, ispirata dalla mitologia mandinga e in particolare dall’epopea di Soundjata Keita, il poema epico che racconta della fondazione dell’Impero del Mali nel tredicesimo secolo. Il titolo dello spettacolo è il nome della località situata nell’odierna Guinea dove si è svolta l’ultima battaglia da cui è nato l’impero mandingo.

Guarda il trailer di “Kirina”.

 

 

Sono 27 i luoghi del Romaeuropa Festival 2018 che ospiteranno 68 progetti per 168 repliche oltre a mostre, installazioni, convegni e percorsi di formazione per circa 55.000 posti di spettacolo in vendita, 38 prime nazionali e 29 programmi internazionali, 10 coproduzioni, per un’edizione che supera i confini europei aprendosi sempre più al mondo intero e ai nuovi sguardi capaci di raccontarlo e interpretarlo. Più di 60 compagnie, di cui 40 per la prima volta al Festival, provenienti da 24 nazionalità differenti, oltre ai vari ensemble, per un totale di 311 artisti coinvolti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.