Il mercato discografico italiano cresce del 3,7% nei primi sei mesi del 2018

FIMI cresce il mercato discografico italiano del 3,7%

Nei primi sei mesi del 2018, tra gennaio e giugno, lo streaming è diventato la principale fonte di ricavi superando CD e download e rappresenta oggi il 51% di tutto il mercato mentre nel 2017 era il 44%.

Secondo i dati di Deloitte per FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), nel primo semestre del 2018 gli stream sulle piattaforme audio sono stati oltre 11 miliardi – mentre in tutto il 2017 erano stati poco più di 14 miliardi. Complessivamente, tra streaming audio, video e download, il segmento digitale in Italia ricopre il 60% del fatturato dell’industria discografica. In discesa il CD (- 8,18%) – che attualmente rappresenta circa il 31% del mercato – e torna a crescere il vinile dell’11,12%.

Crescono i ricavi dagli abbonamenti premium (+ 25%) e il video streaming (+ 42,3%) mentre la musica italiana rimane forte e rappresenta il 55% del mercato.

Un pensiero su “Il mercato discografico italiano cresce del 3,7% nei primi sei mesi del 2018

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.