Damon Albarn, Adam Clayton, Chris Martin e altri musicisti contro l’imprigionamento di Bobi Wine in Uganda

Chris Martin, Damon Albarn, Adam CLayton e altri musicisti si schierano contro l'imprigionamento di Bobi Wine in Uganda

Damon Albarn, il leader dei Coldplay Chris Martin, Brian Eno e molti altri hanno aderito a una petizione per condannare il governo dell’Uganda per la violenta detenzione del politico e musicista Robert Kyagulanyi (alias Bobi Wine). Kyagulanyi è stato eletto dal Parlamento dell’Uganda nel 2017 come membro indipendente e si è apertamente opposto all’attuale presidente dell’Uganda Yoweri Museveni. Al momento è detenuto per presunto tradimento a seguito di un brutale pestaggio a una manifestazione elettorale a cui ha partecipato il 13 agosto. Anche il suo autista, Yasin Kawuma, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco mentre lo aspettava sul sedile del passeggero. A seguito della carcerazione di Bobi Wine, sono esplose proteste e arresti nella capitale dell’Uganda, Kampala. Adam Clayton degli U2, il fondatore di Rough Trade Geoff Travis, Reggie Watts, Leo Abrahams e molti altri musicisti e attivisti per i diritti umani hanno aderito alla petizione e chiedono per Kyagulanyi l’assistenza medica nonché un’indagine completa sulla sua detenzione e sull’uccisione di Kawuma.

“Ci impegniamo a rimanere vigili sulla sua detenzione in corso e ad usare le nostre voci e le reti a livello locale, regionale e internazionale per sensibilizzare sul suo caso, agire per il suo rilascio immediato e incondizionato e per porre fine a questo e altri atti di repressione politica e violenza in Uganda” – si legge nella petizione che potete leggere interamente su OkayAfrica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.