Bjork a Roma, viaggio nel mondo di “Utopia”: la recensione del concerto alle Terme di Caracalla – SCALETTA

Bjork in concerto al Just Music Festival, lunedì 30 luglio 2018 alle Terme di Caracalla, Roma, per presentare "Utopia"

Bjork dal vivo 30 luglio 2018 @ Terme di Caracalla, Roma

Bjork finalmente arriva a Roma per l’unica data italiana senza, questa volta, problemi meteorologici, seppur inizialmente il cielo si stagli nuvoloso sopra la natura costruita dall’islandese sul palco delle Terme di Caracalla, nel centro storico della Capitale. Lo show inizia nel migliore dei modi con “Arisen My Senses”, apertura dell’ultimo disco “Utopia”. I suoni della natura, le edere, le orchidee dorate e le luci dal rosa al viola al blu che colorano i monumenti cari agli antichi romani nel retro palco, portano la magia dell’islandese a un livello ineguagliabile. L’arpa, fissa sulla parte destra del palco, fa coppia con l’orchidea dorata più grande, e tutto, tutto è magico e paradisiaco. Se Dante fosse vissuto nella nostra epoca avrebbe senza ombra di dubbio dedicato il Paradiso all’artista di Reykjavik, dimenticando Beatrice.

img_20180730_2229261376528895.jpg

Bjork dal vivo 30 luglio 2018 @ Terme di Caracalla, Roma

Let’s write music for our destination…
Imagine a future, be in it.

Queste le parole di presentazione sullo schermo ad annunciare il viaggio che Bjork e compagnia flautista (più batteria elettronica, dj e arpista) da lì a poco avrebbe effettuato insieme ai presenti tra le rovine romane. Un viaggio che rimarrà ben impresso negli occhi e nella memoria dei presenti per molto, moltissimo tempo. Quello di Bjork non solo è stato l’unico live italiano della cantante islandese ma è stata la scelta ponderata di trasportare in questo viaggio audiovisivo e sensazionale – nel senso proprio di sensazioni – solamente poche e selezionate persone. Prezzi troppo alti? Location troppo piccola? Nulla importa ora. E poi provateci voi a ricostruire una natura su un palco in mezzo a uno dei luoghi più antichi del mondo. “The Gate”, primo singolo ad aver accompagnato l’uscita dell’ultimo “Utopia” è a tutti gli effetti il pianeta Bjork che si risveglia e apre il suo cancello, lasciando entrare il cuore italiano nei suoi lidi. Il folletto islandese con la sua tunica brillante e il copricapo dorato – il tutto è creato ad hoc da Gucci che segue la scia lasciata da Alexander McQueen – svela pian piano gli altri abitanti del pianeta: sei flautiste (la settima purtroppo è malata, come afferma durante la presentazione della band a fine concerto), un dj – che prende le veci di Arca – un batterista e un’arpista. Dopo “Isobel” la cinquantatreenne di Reykjavik ringrazia sempre più caldamente il pubblico italiano fino ad arrivare ad un acutissimo “Grazie Roma”.

 

E allora annullate tutto. Dimenticate la musica, la disco, il grunge, il britpop, l’indie e la trap; dimenticate il cinema, Trainspotting, Blade Runner, Tron, Atto di Forza, Inception; dimenticate i video musicali, di Beyoncé, Lady Gaga. Prendete tutto e buttatelo nel cestino e ripartite da qui, ripartite da Bjork. La cantante islandese offre l’opportunità di tornare agli albori con lei, mano nella mano nella primordialità di un nuovo sistema solare in cui ci sei tu e c’è lei. E basta. Piccole incursioni nel passato della cantante con “Wanderlust” (forse la più emozionante dell’intero concerto), “Human Behaviour” e “The Anchor Song”, tracce di apertura e di chiusura del disco d’esordio del 1993 “Debut” (il primo accreditato almeno, il vero debutto è avvenuto nel 1977 quando l’isolana aveva appena 11 anni).

We got one more song annuncia l’islandese prima di chiudere il sipario sull’ultimo concerto del tour con “Notget”, brano di “Vulnicura” (2015), e ripete come un mantra ‘Love Will Keep Us Save From Death’. Proprio così Bjork, proprio così. Grazie.

SCALETTA BJORK 30/07/2018

Arisen My Senses
The Gate
Utopia
Blissing Me
Claimstaker
Isobel
Courtship
Human Behaviour
Tabula Rasa
Pleasure Is All Mine
Wanderlust
Features Creatures
Losss
Sue Me

Bis:
The Anchor Song
Notget

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.