COLUMBUS: la recensione di “A Hot Take On Heartbreak” (2018)

NOME

Columbus

GENERE

Alt-Rock

ESORDIO

Spring Forever (2016)

ULTIMO ALBUM

A Hot Take On Heartbreak (2018)

COPERTINA

columbus a-hot-take-on-heartbreak-copertina-album-foto

ELENCO CANZONI

Don’t Know How To Act
Care At All
Worn Out This Week
Feelin’ Low
Give Up
Woke Up With A Heart Attack
Piece of Shit
Cut It Out
Difficult Conversations
Feel This Way

VIDEO/SINGOLI DALL’ALBUM

 

PUNTO DI VISTA

I Columbus, trio rock di Brisbane, è tornato con il secondo album A Hot Take On Heartbreak dopo il primo estratto Do not Know How To Act, ironico racconto su una relazione che è semplicemente troppo bella per essere vera e lasciata letteralmente chiusa nella doccia, come si evince dal video che trovate sopra.

Evidente il cambio di rotta dal primo Spring Forever in cui l’anima pop-punk dei Blink 182 e degli Ataris era ben evidente, così come afferma il frontman Alex Moses:

“Su ‘Spring Forever’ siamo andati in studio e abbiamo fatto esattamente quello che volevamo ma dopo aver registrato quel disco e ne è venuto il momento di farne uno nuovo, ci siamo resi conto che la musica che volevamo suonare era nettamente diversa. Non volevamo più essere una band pop punk. Non volevamo più essere una band punk. Volevamo che le persone ci conoscessero come una rock band”.

columbus band

Lasciarsi alle spalle l’adolescenza e barattarla con l’alt-rock di band fine anni ’90/inizio ’00 come i Weezer, The All-American Rejects, Jimmy Eat World e, a tratti, anche i Good Charlotte. I Columbus entrano oggi quasi di soppiatto nella scena alternative rock sapendo che la concorrenza non solo è immensa ma anche a volte sleale. Le ballad acustiche del primo disco (Nervous Wreck) spiegano le ali e diventano ricche di verve (Feelin’ Low, Feel This Way) mentre le origini pop-punk sono ancora un po’ difficili – evviva – da accantonare (Give Up, Cut It Out).

Il trio australiano è in pieno processo creativo, si sente in grado di sperimentare nuovi lidi sonori ma deve stare ben attento a non andare troppo fuori strada e continuare a mantenere la loro indole rock con quel pizzico di pepe pop-punk.

VOTO: 6,5

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.