Scott Hutchinson (Frightened Rabbit) è morto a 36 anni: il messaggio della famiglia

Scott_Hutchinson_morto_foto

Era scomparso qualche giorno fa e aveva lasciato un messaggio sui social dicendo che sarebbe sparito per un po’ di tempo per ristabilirsi dalla depressione ma Scott Hutchinson, leader dei Frightened Rabbit classe 1981, è stato ritrovato morto giovedì 10 maggio 2018 a Port Edgar, tra Forth Road Bridge e Queensferry Crossing dalla polizia, come riportato dalla BBC.

La famiglia di Scott Hutchinson ha rilasciato una dichiarazione attraverso la polizia scozzese:

“Come famiglia, siamo completamente devastati dalla tragica perdita del nostro amato Scott. Nonostante la sua scomparsa e le recenti preoccupazioni per la sua salute mentale, eravamo rimasti tutti positivi e fiduciosi che avrebbe fatto un passo indietro, essendosi preso un po’ di tempo per ricomporsi. Scott, come molti artisti, indossava il suo cuore per la manica e ciò era evidente nei testi della sua musica e nel contenuto di molti dei suoi post sui social media. Era appassionato, articolato e carismatico, oltre ad essere una delle persone più divertenti e gentili che conoscessimo. Amici e famiglia sono tutti d’accordo sul fatto che lui avesse un brillante senso dell’umorismo ed era una grande persona. Oltre al suo successo musicale, Scott era un meraviglioso figlio, fratello, zio e amico. Nonostante qualunque altra cosa stesse succedendo nella sua vita, ha sempre avuto tempo per coloro a cui teneva. La depressione è una malattia orrenda che non ti dà alcun avviso o indicazione su quando si impadronirà di te. Scott ha combattuto con coraggio con i suoi stessi problemi per molti anni e siamo immensamente fieri di lui per essere stati così aperti con le sue lotte. La sua disponibilità a discutere queste questioni in pubblico ha indubbiamente sollevato la consapevolezza dei problemi di salute mentale e ha dato agli altri fiducia e fiducia per discutere i propri problemi”.

 

 

Hutchison è stato visto l’ultima volta all’Hotel Dakota a Queensferry, in Scozia, verso l’1 di notte. All’inizio della notte, aveva inviato un paio di tweet preoccupanti che dicevano: “Sii così buono con tutti quelli che ami. Non è un dato. Sono così seccato che non lo sia. Non ho vissuto secondo quello standard e mi uccide. Per favore, abbraccia i tuoi cari”. Un secondo tweet invece diceva semplicemente “Sono assente ora. Grazie.”

I Frightned Rabbit hanno pubblicato 5 album nella loro carriera: Sing The Greys (2006), The Midnight Organ Fight (2008), The Winter of Mixed Drinks (2010), Pedestrian Verse (2013) e Painting of a Panic Attack (2016).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.