RON: la recensione di “Lucio!” (2018)

NOME

RON

GENERE

Pop/Musica d’autore

ESORDIO

Il Bosco degli Amanti (1973)

ULTIMO ALBUM

Lucio! (2018)

COPERTINA

ron-lucio-copertina-album-recensione-end-of-a-century-foto.jpg

ELENCO CANZONI

Almeno pensami
4/3/1943
Tu Non Mi Basti mai
Piazza Grande
Henna
Attenti Al Lupo
Quale Allegria
Chissà Se Lo Sai
Futura
Canzone
Cara
Come è Profondo il Mare

 

VIDEO/SINGOLI DALL’ALBUM


PUNTO DI VISTA

 

Lucio! è l’esclamazione di una persona che ritrova un vecchio amico per strada, dopo tanto, tanto tempo. E’ l’esclamazione di Ron che si ritrova tra le braccia del suo più grande amico per un momento infinito che dura 12 canzoni.

Il sapore dell’Italia tra gli anni 70 e gli 80, Bologna sotto la neve, la Luna, l’America dall’altra parte dell’Oceano ma così vicina a Piazza Grande, i ritmi gitani, il pianoforte sussurrato: tutto questo e molto (molto!) di più è stato Lucio Dalla.
Ma per Rosalino Cellamare (vero nome di RON) è stato di più, un amico, un fratello, un amante. Il rapporto fraterno e confidenziale che nasce tra due uomini che hanno passato gran parte della vita insieme è un segreto che solo la parte più profonda dell’animo umano conosce, diverso per ognuno di noi.

Ron e Lucio Dalla sono due lati della stessa figura che hanno iniziato un percorso insieme nel 1971 durato 40 anni. Poi l’infarto e tutto crolla, Rosalino perso e distrutto cerca di ritrovare il suo percorso prima con Way Out, in cui reinterpreta brani di cantanti internazionali come K’Naan, Michael Kiwanuka, John Mayer e David Gray – nel 1970 musicò in italiano Father and Son di Cat Stevens – poi con i successivi Un Abbraccio Unico e La Forza di Dire Sì. Sembrano tutti incitamenti a ripartire, a vedere la via d’uscita, abbracciare un’ultima volta l’amico e avere il coraggio di ripartire.

Ma poi si rende conto che non può esserci futuro senza uno sguardo al passato: è così che nasce Lucio! in cui le più grandi canzoni di Lucio Dalla (Canzone, Piazza Grande, 4/3/1943) sono ri-registrate, riarrangiate e interpretate da Ron, lasciandole semplici e scorrevoli come solo una maglia bianca può essere. Solamente in tre brani è stata lasciata la voce originale di Dalla, 4/3/1943, Piazza Grande e Come è Profondo Il Mare, per celebrare i 75 anni dell’artista bolognese scomparso nel 2012.

Lucio! è l’epigrafe di Ron verso il suo pezzo di vita più grande, Lucio Dalla. La semplicità e il cuore dell’artista di Dorno traspare in ogni suo verso e culmina in Almeno Pensami, canzone presentata al 68esimo Festival di Sanremo e che contiene parti di testo lasciate dallo stesso Dalla.

Sempre più lontano o dentro questa voce che mi è caduta sulla mano…

VOTO: 7

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.