La risposta di Lana Del Rey alle accuse di plagio dei Radiohead. E Graham Coxon (Blur) dice la sua…

lana-del-rey-radiohead--graham-coxon-end-of-a-century-foto

La cantante statunitense Lana Del Rey è stata accusata di plagio dai Radiohead per la somiglianza di Get Free, canzone contenuta nell’ultimo album Lust For Life, con Creep, storico brano del 1993 della band inglese.

Una bella gatta da pelare per la cantante newyorkese Lana Del Rey che ha violato il copyright musicale, secondo Thom Yorke e compagni, per l’estrema somiglianza tra Get Free e Creep e la band pretende un risarcimento o almeno il nome tra gli autori del brano.

Attraverso il suo profilo Twitter, Lana ha risposto categorica alla band di Oxford:

“È vero per la causa. Anche se so che la mia canzone non è stata ispirata da Creep, i Radiohead la ritengono tale e vogliono il 100% dei diritti – ho offerto loro fino al 40% di quelli degli ultimi mesi ma ne accetteranno solo il 100%. I loro avvocati sono stati implacabili, quindi ci metteremo d’accordo in tribunale.”


Nella disputa ha voluto dire la sua anche Graham Coxon, chitarrista dei Blur, che ha da poco pubblicato Falling, contro il suicidio in Inghilterra. Il musicista londinese ha scritto: “Ho sempre pensato la avessero scritta The Hollies”. Infatti i Radiohead hanno dovuto aggiungere i nomi di Albert Hammond e Mike Hazlewood tra gli autori di Creep, in quanto denunciata per l’estrema somiglianza con The Air That I Breathe del 1972.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.